Dolce& Gabbana

Dolce&Gabbana: armoniosi contrasti dei nuovi DG7

di G.Cr.

default onloading pic


2' di lettura

Se ci sono due creativi che soffrono particolarmente delle restrizioni che la pandemia ha imposto a incontri dal vivo sono Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Non a caso sono stati i primi a organizzare una sfilata con pubblico in luglio a Milano e tre giorni di eventi a Firenze in settembre. Impazienti di accorciare le distanze necessarie al tempo del Covid, ma non incoscienti.

Orfani, come tutti, di fiere e manifestazioni di settore, Dolce&Gabbana hanno continuato a creare collezioni di gioielli e di orologi (alcuni dei quali esposti proprio a Firenze). Aspettando tempi migliori, i modelli da donna hanno avuto un momento di visibilità anche in occasione dei primi DG Digital Show (si veda Il Sole 24 Ore del 20 novembre), minisfilate lanciate per ovviare all’isolamento imposto dai protocolli anti Covid. Del look delle modelle faceva parte il DG7 Barocco, una novità disponibile sull’online store dal 16 novembre e realizzato in quattro varianti. In linea con il Dna del marchio Dolce&Gabbana, l’orologio armonizza due aspetti contrastanti; il profilo lineare della cassa rotonda della linea DG7 e l’esuberanza delle decorazioni barocche del logo DG applicato sul quadrante. Un orologio femminile adatto a ogni momento della giornata: il quadrante è in smalto nero o con finitura satinata oro rosa ed è ornato dai fregi del logo barocco in ottone coniato proposto, in accordo o contrasto cromatico, in diverse galvaniche. Ogni variante ha il suo cinturino: raso nero o grigio, iguana verde o alligatore nero.

Loading...

Di alta orologeria invece parliamo per le novità da uomo. Anche se a ben vedere, per fortuna potremmo dire, non esistono più confini netti come in passato tra orologi considerati maschili e femminili. L’Atlanticus è realizzato in un unico esemplare, come tutti gli orologi della collezione Alta Orologeria di Dolce&Gabbana, un progetto presentato nel 2017, ma che ha ovviamente una lunga storia alle spalle di partnership con laboratori svizzeri in grado di garantire la qualità di orologi meccanici tanto complicati. L’Atlanticus è un cronografo monopulsante con flying tourbillon; monta il calibro Dolce&Gabbana 23.03 realizzato in esclusiva per la maison e ha un quadrante scheletrato. Nome solo appartenente macabro: in gergo orologiero significa semplicemente che l’orologio “svela” i suoi segreti, ovvero la struttura dei meccanismi interni, che qualcuno, molti anni fa, definiì paragonandola allo scheletro umano.

L’Atlanticus si ispira agli studi di meccanica del Codice Atlantico di Leonardo conservato nella Biblioteca Ambrosiana di Milano, luogo dove, circa un anno fa, furono presentate le novità di alta orologeria in occasione della sfilata di alta sartoria. Difficile possa accadere nel 2020, auguriamoci che succeda nel 2021. Senza nulla togliere ai tour virtuali dei musei o alle sfilate digitali, l’arte, anche quella orologiera, va vista da vicino.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti