LETTERA AL RISPARMIATORE

Domande & risposte

2' di lettura

Quali le considerazioni dell’analisi tecnica sul titolo di Reno De Medici?

Il titolo Reno De Medici sta attraversando una prolungata fase rialzista che lo ha portato nelle ultime settimane ai massimi oltre 0,7 euro. Il rialzo ha registrato un’accelerazione da inizio anno dopo una fase di consolidamento. Il quadro tecnico resta ben impostato di fondo, anche se il titolo dovesse tornare sotto 0,7 euro. Il primo supporto significativo da monitorare passa in area 0,65 euro e quello successivo intorno a 0,55, dove le quotazioni hanno stazionato per alcune settimane tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018. Solo l’abbandono di quest'ultimo supporto potrebbe esaurire la spinta rialzista e aprire le porte a un'inversione.

Loading...

(analisi di Andrea Gennai)

L’attività di M&A è solo opportunistica oppure è una strategia più strutturale per sostenere la crescita dell’azienda?

Il gruppo, di recente, è salito al 100% di Pac Service. Lo scopo dell’operazione, tra gli altri, è avere maggiore flessibilità rispetto alla domanda. Al di là del caso in oggetto l’M&A, indica Reno De Medici, è parte della strategia di crescita. Detto che allo stato attuale c’è nulla di concreto, le aree dove è più probabile che possano esserci eventuali mosse sono quelle della carta riciclata e delle specialità. A ben vedere le finalità della società, nell’M&A, sono soprattutto due: la prima, come indicato con Pac Service, è la più articolata offerta di prodotti e, quindi, la maggiore stabilità rispetto alla volatilità della domanda; la seconda, invece, riguarda la ricerca di più profittabilità.

Quali gli investimenti previsti nel 2018?

I Capex stimati nel 2018 dovrebbero essere in linea con quelli del 2017 ( gli investimenti tecnici, lo scorso esercizio, si sono assestati a 20,7 milioni). Questi, in larga parte, saranno indirizzati all’ammodernamento dei macchinari presenti negli impianti produttivi.

Quale l’andamento dell’indebitamento netto del gruppo?

Alla fine del 2017 il rosso della Posizione finanziaria netta si è assestato a 44,074 milioni rispetto ai 44,399 milioni del 2016. La traiettoria del debito netto nel 2018, al netto di eventuali operazioni di M&A, è prevista in calo rispetto al 2017.

È previsto l’allargamento della capacità produttiva del gruppo?

La risposta è negativa. Ciò detto l’intervento di ammodernamento, ed efficientamento, degli impianti porterà con sè un aumento della capacità produttiva. Ma non c’è, per l’appunto, una strategia ad hoc su questo punto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti