0/0Attualita

Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo

LaPresse

«Sono nato a Danzica nel 57, città distrutta da Hitler, nell'80 lì nacque Solidarnosc con Lech Walesa. I nostri erano sogni semplici, libertà e democrazia, per chi protesta oggi a Roma, a Varsavia o a Londra l'Europa è una garanzia di libertà, dignità, democrazia. Ho vissuto per anni dietro la cortina di ferro dove ci era vietato anche sognare questi. Allora c'era un'Europa a due velocità. Perché oggi dobbiamo perdere la fiducia nell'obiettivo di raggiungere l'unità? Solamente un'Europa unita può essere sovrana nei confronti del resto del mondo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti