ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùB20 DI CONFINDUSTRIA

«Dopo il Covid-19, solo il vaccino può garantire una ripresa per tutti»

Per il ceo di BlackRock «è necessaria un’economia maggiormente bilanciata» - L’augurio a Biden: «ripristinerà le condizioni di sicurezza per le imprese e l’economia ripartirà»

di Matteo Meneghello

default onloading pic
(Bloomberg)

Per il ceo di BlackRock «è necessaria un’economia maggiormente bilanciata» - L’augurio a Biden: «ripristinerà le condizioni di sicurezza per le imprese e l’economia ripartirà»


3' di lettura

Il Covid-19 è stato un fattore di cambiamento epocale, nel bene e nel male. Una variabile indigesta per gran parte dell’economia globale, ma anche un formidabile acceleratore per molti settori. Ora è arrivato il momento di tornare a disegnare un’economia più bilanciata, estendendo il più possibile a tutti i benefici della ripresa. E toccherà al vaccino, in questa dinamica, assumere il ruolo di «game changer», garantendo al mondo quella dimensione di sicurezza indispensabile per far tornare a fare crescere il pil. Ne è convinto Larry Fink, amministratore delegato di BlackRock che ieri, parlando nel corso del B20 organizzato da Confindustria, ha espressamente indicato il «vaccino e il ritorno a una situazione di sicurezza» come «il principale successo» che il neopresidente americano Joe Biden, insediato proprio ieri alla Casa Bianca, potrà cogliere in questi primi mesi di mandato.

Ora che si stanno scaldando i motori per la ripresa, il rischio da evitare, secondo Fink, è che il «new normal» post pandemico non vada a beneficio di tutti.

Loading...

«La questione più grande - ha spiegato - riguarda il vaccino e la velocità con cui dispiegherà i suoi effetti. La velocità con cui è stato sviluppato è stata già un grande risultato di per sè, ma ora abbiamo miliardi di persone che devono essere vaccinate. E fino a che non avremo l’immunità di gregge non avremo un’economia più bilanciata». Solo il vaccino, ha spiegato Fink, potrà riequilibrare le regole del gioco, anche se Governi e leader politici dovranno fare la la loro parte. «Ora abbiamo una parte dell’economia che ha fatto molto bene, perchè la nuova situazione ha cambiato il mondo in cui lavoriamo e viviamo, ma esiste una componente, che investe anche le relazioni sociali, che non può tornare alla normalità finchè non avremo sicurezza - ha detto -. Governi e leader devono lavorare insieme per trovare la maniera in cui l’economia posssa tornare più bilanciata, devono capire come allargare le opportunità dell’economia, perchè dobbiamo essere in grado di recuperare business in una maniera più larga. In molti ambiti e settori c’è disoccupazione, in altri c’è ricerca di lavoro; Blackrock, per esempio, ha avuto uno straordinario 2020. Ora, però, dobbiamo pensare al 2021 come un anno per allargare l’economia e grande partecipazione».

Per Fink uno dei grandi lasciti di questa pandemia è che «abbiamo imparato ad adattarci, per esempio a fare business in remoto. Le riunioni inconcludenti, lunghe più di due ore, sono un ricordo. Qualcosa è cambiato - ha aggiunto -. La nostra vita dipende in misura maggiore da componenti virtuali». Un altro effetto evidente è stato che «il lavoratore medio in giro per il mondo in questi mesi di lavoro remoto si è preoccupato soprattutto di rispamiare - ha detto Fink -. Cento dollari, 200 dollari, 500 dollari: c’è stata una grande crescita dei risparmi. Quando questo denaro tornerà a girare nell’economia, tutti staremo meglio, e vedremo il pil tornare a salire».

Ottimismo, infine, dal ceo di BlackRock sull’insediamento di Joe Biden alla guida degli Stati Uniti. «Dall’amministrazione Biden mi aspetto una maggiore attenzione ai temi della sostenibilità, ma il maggiore successo che potrà raccogliere in questi primi mesi di mandato - ha ribadito - sarà la messa a terra della campagna di vaccinazione. Più veloce sarà, più veloci ripartiremo. L’economia accelererà naturalente, se saranno ripristinate condizioni di sicurezza».

Nello stesso panel di Fink, sempre ieri al B20, c’è stato spazio anche per gli interventi di Mark Jonathan Caulfield, chief scientist di Genomics England e Diane Wang, fondatrice e chairperson di Dhgate, per una panoramica sulle prospettive del vaccino da una parte e sui cambiamenti intercorsi, nello scenario post pandemico, nel commercio, in particolare nei paesi asiatici.

«Non si torna indietro - ha detto Wang -, la pandemia ha accelerato la trasformazione digitale. La grande sfida, ora, è ridurre il digital gap ancora esistente nelle nostre società».

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti