BANCHE TEDESCHE

Dopo la quota in Deutsche, i cinesi in corsa per Landesbank tedesca Hsh Nordbank

dal nostro corrispondente Alessandro Merli

Afp

2' di lettura

FRANCOFORTE - La società finanziaria cinese Hna, che la scorsa settimana ha annunciato l'aumento della sua partecipazione in Deutsche Bank, è uno dei cinque contendenti in corsa per l'acquisto di Hsh Nordbank, la banca regionale tedesca in crisi salvata con capitali pubblici negli anni scorsi.

Cinesi saliti al 4,76% di Deutsche
Hna è uno dei cinque gruppi che hanno presentato un'offerta preliminare entro la scadenza di venerdì scorso. Il conglomerato cinese, che controlla anche compagnie aeree e hotel, oltre che banche, aveva annunciato la settimana scorsa di aver aumentato la sua quota in Deutsche Bankal 4,76 percento, dal 3%, dichiarandosi un investitore passivo e collocandosi comunque al quarto posto fra i soci della più grande banca tedesca, dopo due fondi dell'emiro del Qatar e la società di fondi BlackRock. La mossa su Hsh segnala un interesse a un'ulteriore penetrazione del settore bancario tedesco.

Loading...

Il precedente salvataggio
La banca regionale Hsh Nordbank, entrata in crisi dopo la crisi finanziaria della fine del decennio scorso per il suo coinvolgimento come investitore nel mercato dei mutui subprime negli Stati Uniti e colpita in modo particolare dalla sua forte esposizione all'attività marittima, che ha generato un'alta percentuale di sofferenze, era stata salvata dalla città-stato di Amburgo e dallo Stato dello Schleswig-Holstein nel 2009. L'ulteriore peggioramento della sua situazione l'anno scorso aveva visto i due enti pubblici aumentare le proprie garanzie a favore della Landesbank da 7 a 10 miliardi di euro, sulla base di un accordo con la Commissione europea, nella quale si impegnavano a privatizzarla o chiuderla, in assenza di una cessione, entro la fine di febbraio 2018. Nel frattempo, Hsh Nordbank sta tentando un'operazione di ripulitura del bilancio, anche in questo caso con l'aiuto dei soci pubblici, cui l'anno scorso ha ceduto un portafoglio di crediti deteriorati da 5 miliardi di euro. Nel gennaio scorso ha venduto un altro pacchetto di crediti per 1,6 miliardi di euro a un gruppo di investitori finanziari. Nel 2016 ha chiuso l'esercizio in utile per 69 milioni di euro, contro 98 dell'anno precedente.

Anche Apollo in corsa
La gara che si è aperta con la presentazione delle offerte preliminari è il primo passo in quella direzione. Un altro dei cinque concorrenti all'acquisto di Hsh Nordbank, secondo informazioni riportate dall'agenzia Bloomberg, sarebbe la società di private equity americana Apollo Global Management, già coinvolta in un tentativo di acquisizione di Carige in Italia.
Diverse entità cinesi hanno mostrato interesse nel mercato tedesco, ma finora la maggior parte delle operazioni si è concentrata nel settore manifatturiero, soprattutto nelle macchine utensili. D'altra parte, non è la prima volta che acquirenti cinesi entrano in banche o altre istituzioni finanziarie europee, soprattutto sfruttando situazioni difficili. Società cinesi sono entrate per esempio in diverse operazioni nel settore finanziario in Portogallo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti