GOVERNO CONTE

Dopo il sicurezza bis, nove decreti legge su 25 passati con almeno una fiducia

Quasi tutte le misure chiave del governo giallo verde, un decreto su quattro, sono state approvate con la formula “salvo intese”, ovvero con la possibilità della maggioranza di modificare il testo che ha ricevuto il via libera del Consiglio dei ministri, prima di sottoporlo all’esame delle Camere


default onloading pic
Il decreto sicurezza bis ha ottenuto il via libera definitivo al Senato con la fiducia (foto Ansa)

1' di lettura

Dopo il sicurezza bis che ha ottenuto il sì del Senato, i decreti legge del governo Conte che hanno ottenuto il via libera con almeno un voto di fiducia sono diventati nove.

Guarda il video - Il Senato vota la fiducia, il “sicurezza bis” è legge

Dall’inizio della legislatura 29 decreti legge
Dall’inizio della XVIII legislatura (23 marzo 2018), sono stati emanati 29 decreti legge (quattro deliberati dal governo Gentiloni e 25 dal governo Conte). Quattro sono decaduti perché non sono stati convertiti nei tempi previsti e il loro contenuto è confluito, con emendamenti approvati nel corso dell’iter parlamentare, in altri provvedimenti (in tre casi in altri decreti legge, in un caso nella legge di bilancio).

I casi del ricorso alla fiducia in entrambe le Camere
In tre casi (Dl 113/2018, ovvero il primo decreto sicurezza, decreto crescita e, per ultimo, il decreto sicurezza bis) la questione di fiducia è stata posta in entrambi i rami delParlamento.

Il ricorso al «salve intese»
Fiducia ma non solo. Quasi tutte le misure chiave del governo giallo verde, un decreto su quattro, sono state approvate con la formula “salvo intese”, ovvero con la possibilità della maggioranza di modificare il testo che ha ricevuto il via libera del Consiglio dei ministri, prima di sottoporlo all’esame delle Camere.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...