AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùenergia

Doppio upgrade di Goldman, Snam strappa su opportunità idrogeno

Il giudizio passa direttamente da sell a buy, il prezzo obiettivo sale a 5 euro. Stima un possibile aumento del 5% dell'utile per azione al 2030

di Cheo Condina

default onloading pic

Il giudizio passa direttamente da sell a buy, il prezzo obiettivo sale a 5 euro. Stima un possibile aumento del 5% dell'utile per azione al 2030


2' di lettura

Snam strappa a Piazza Affari ed è tra i migliori titoli dell’Ftse Mib in scia a un report di Goldman Sachs che ha decretato un doppio upgrade, da sell a buy, del titolo sia per un aumento della valutazione del core business del gruppo (il trasporto gas) sia per le opportunità nell’idrogeno: tutto ciò – precisano gli analisti americani - rendono lo sconto di Borsa rispetto ad altri competitor “ingiustificato”.

Nuove opportunità di investimento nell'idrogeno

In particolare, secondo Goldman, dalla nuova possibile configurazione delle reti di trasporto gas e degli storage, nasceranno per Snam opportunità di investimento nell’idrogeno tra il 2025 e il 2050 pari a 8 miliardi di euro, circa il 40% della sua attuale Rab. Numeri che a livello europeo crescono in modo esponenziale con Capex previsti di 55 miliardi di cui la maggior parte entro il 2040.

Stima aumento utile per azione del 5% dal 2030

Uno scenario in cui l’idrogeno assumerà un ruolo centrale nel trasporto gas in Italia (che Goldman Sachs ora stima con una probabilità del 50%) potrebbe richiedere a Snam un aumento degli investimenti del 30% circa tra il 2025 e il 2030 e questo – aggiunge la banca – potrebbe portare a un incremento stimato dell’utile per azione del 5% dal 2030 e del 10% dal 2040. L'idrogeno, va ricordato, è sempre stato considerato dal ceo di Snam, Marco Alverà, uno dei pilastri per lo sviluppo futuro del business e in generale per la transizione energetica globale.

Il prezzo obiettivo passa da 4,25 a 5 euro

Più a breve termine, invece, Goldman si attende un Cagr dell’Ebitda del 3% tra 2020 e 2025 in virtù di una crescita stabile del business regolato e un sostanziale miglioramento in quello non regolato che dovrebbe portare a un apporto di 65 milioni circa a livello di margini lordi dal 2025 mentre si attende un aumento dei costi di finanziamento per i debiti più elevati e una “normalizzazione” dei tassi d’interesse. Per concludere Goldman sottolinea anche di avere portato il target price di Snam da 4,25 a 5 euro. “Da quando abbiamo assegnato la raccomandazione sell, il 28 maggio 2018, le azioni hanno recuperato il 20,8% contro un calo del 6,2% dell’Ftse World Europe: – sottolineano gli analisti – riteniamo che questa sovraperformance sia legata al graduale incremento dei Capex di Snam e al suo carattere difensivo in un contesto di bassi tassi d’interesse”.

(Il Sole 24 ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti