A Ivrea la città industriale di Olivetti imitata da Jobs e Zuckerberg

4/5Idee e Luoghi

Dormire a Villa Silvia poi le dolcezze di Balla e Gaido

Per i fan di vecchia data e neofiti, sarà allestito uno spazio per lo scambio e l'acquisto di oggetti vintage legati al mito Olivetti. Si porà soggiornare a Villa Silvia Olivetti, progettata negli anni ’60 dall’architetto Eduardo Vittoria, interprete della visione territoriale di Adriano Olivetti sulla collina di Banchette tra i boschi, oppure al 3T Boutique Hotel che è nuovo, tutto in legno, in cui l'area lounge è composta da pannelli verticali di piante. Allo SpazioBianco - Camere con cultura c'è persino una stanza a tema Olivetti. Poi ci si può dedicare ai piaceri alla Pasticceria Balla dove gustare la Torta 900 o assaggiare le dilige prodotte con la tecnica del vaso cottura al Bar Gelateria Ivrea da Alessandro Gaido, mentre all'ora dell'aperitivo si va all'Esagono, affacciato proprio sugli edifici olivettiani. Le tartare sono succulenti al Ristorante Radici, sotto i portici di Piazza Ottinetti, accanto al Museo Civico Garda che vanta una pregevole collezione archeologica, orientale, medioevale, rinascimentale. Anche al Bistrot Ai Navigli si mangia bene accanto al canale artificiale navigabile risalente al ‘400.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti