l’hi-tech a bordo

Dotazione sofisticata e sta arrivando Android

di Corrado Canali


default onloading pic

2' di lettura

All’interno la Bmw X2 propone materiali di buona fattura sia alla vista che al tatto: la plancia è rivestita da uno strato piuttosto spesso di plastica morbida, impreziosita da inserti in legno, laccati neri o in plastica, con una trama che imita la fibra di carbonio. Curati gli assemblaggi e le finiture, anche nei dettagli e nelle zone poco in vista e gradevole è poi l’illuminazione soffusa a Led che sottolinea le linee di modanature e sedili che sono conformati al meglio, specie quelli sportivi visto che dispongono di fianchi regolabili e con una seduta allungabile. Il divano dietro è diviso in tre parti, è molto largo e confortevole ai lati, ma non è provvisto di seduta scorrevole. L’ultima arrivata in casa Bmw riprende poi le dotazioni hi-tech disponibili sulla gran parte dei suoi modelli compatti, come le tecnologie ConnectedDrive e la sesta generazione dell’iDrive abbinata al Control Display da 6,5” o al Touch Control Display da 8,8”. Per quanto concerne l’integrazione con gli smartphone, Bmw garantisce purtroppo solo la compatibilità con Apple CarPlay ma non quella con Android Auto. Da segnalare però che la casa sta per colmare la lacuna offrendo grazie alla integrazione con Google Assistance la possibilità di utilizzare a bordo anche gli smarphone di Android: l’upgrade è già disponibile da dicembre per le vetture destinate agli Usa, ma a seguire arriverà anche negli altri Paesi. E proprio la nuova X2 sarà uno dei primi modelli della Casa di Monaco che verrà offerta sia pure non da subito con la compatibilità aggiornata.

L’integrazione con Google Assistant amplia la rete digitale di Bmw Connected che ora offre anche ulteriori funzionalità ad attivazione vocale. Va poi aggiunto l’hotspot WiFi e ai servizi Connected+, così come i diversi sistemi di assistenza alla guida. Tra questi è prevista sia la frenata automatica di emergenza con in aggiunta il riconoscimento dei pedoni e la Lane Departure Warning. Sulle versioni dell’X2 che offrono in aggiunta il pacchetto Driving Assistant Plus è, poi, disponibile il Cruise Control adattivo con funzione di Stop & Go e il Traffic Jam Assistant che può gestire sterzo e acceleratore fino a una velocità di 60 km/h.

I concorrenti

Nel mirino tedeschi e inglesi. Naturali concorrenti della X2 per misure e dinamica di guida sono Audi Q3, Jaguar E-Pace e Mercedes Gla. Ma la “deb” bavarese mette nel mirino dei suv iconici come la Audi Q2, più compatta, ma altrettanto trendy o la Range Evoque (verso la nuova generazione) che potrebbe forse imitare offrendosi in futuro in versione sia 3 porte sia cabriole

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...