BREAKFAST TIME

Dove fare una colazione a 5 stelle nei migliori hotel in Europa

di Viaggi24


default onloading pic

2' di lettura

La colazione, soprattutto quando si viaggia è fondamentale e, spesso, sostituisce un pasto completo. Tant’è che nelle catene internazionali ormai è considerata come un extra rispetto alla prenotazione della stanza. Il suo costo infatti pesa, non poco, sul conto finale.

Negli Stati Uniti e negli hotel 5 stelle la voce breakfast ha un prezzo che varia da un minimo di 20 a 50 euro e viene servita dalle 6 fino alle 11. Il prezzo comunque è giustificato dall’abbondanza e dalla varietà di quanto viene offerto: frutta fresca per spremute e centrifugati, decine di caffè e thè fatti al momento serviti in teiere d’argento (non in quei terribili termos o peggio macchine self service), vini leggeri o champagne, pane e piccola pasticceria e dolci appena sfornati e ancora formaggi, salumi , salmone...

Un vero pasto. Proprio perché la colazione assume sempre di più importanza nella valutazione complessiva delle strutture alberghiere, ora viene anche premiata come voce a sé. Alla 16a edizione del Prix Villégiature Award, che si è svolta il 15 ottobre al Château de Ferrières, sono stati premiati tutti gli aspetti dell’hotellerie in Europa, Asia, Africa e Medio Oriente. La giuria, composta di 23 giornalisti della stampa mondiale, ha assegnato anche il titolo del “the best breakfast in Europe”.

Se l'Hotel de Crillon, della catena Rosewood Hotel, è stato il più premiato vincendo 5 titoli ( Miglior Hotel in Europa, Miglior Gruppo Alberghiero, Miglior Interior Design e Architettura in Europa, Miglior Bar di un Hotel in Europa, Miglior Comunicazione interattiva alberghiera nel mondo) quello si è aggiudicato il titolo per la migliore colazione è il Majestic Hotel a Barcellona, dove il desayuno a buffet è spettacolare. Nella cinquina finale c’erano anche La Ponche a Saint Tropez, L'Apogée a Courchevel, l’Hotel Eden a Roma e il Sofitel Legend The Grand ad Amsterdam.

Oltre ai ristoranti, bar, spa, terrazze, piscine e interni sono stati premiati anche gli hotel che offrono i bagni più confortevoli e lussuosi. Il vincitore di quest’anno è il cinque stelle Villa René Lalique, a Wingen sur-Moder (in Alsazia, Francia), dimora della famiglia del famoso gioielliere e artista del vetro trasformata poi in hotel di lusso, che fa parte dal 2016 del circuito dei Relais&Chateaux.

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...