Proptech

Dove.it raddoppia il fatturato e accelera sul digital immobiliare

Dopo aver chiuso il 2021 con un incremento dell’80%, la startup italiana chiude il 2021 con il lancio di una campagna di crowdfunding, punta ad assumere altri 100 agenti e a investire nei big data e nell’intelligenza artificiale nel Real Estate

di Laura Cavestri

3' di lettura

Dopo aver chiuso il 2021 con un incremento dell’80% del fatturato e il raddoppio delle vendite, Dove.it ha archiviato l’anno scorso superando 1,4 milioni e punta a raggiungere i 3,7 milioni nel 2022. Con un piano di sviluppo per il 2022 che ha ambiziosi obiettivi di crescita in termini di fatturato, personale e presenza sul territorio.
Grazie al modello scalabile di business, la startup per il 2022 ha il progetto di allargare la sua rete di servizi sul territorio nazionale: se nel 2021 è cresciuto del 30% il numero di città coperte, con una presenza in più di 2mila comuni e più di 50 province, l’azienda punta ora ad un massiccio allargamento territoriale, con altri 100 agenti immobiliari da reclutare e l’apertura di altre filiali “ibride” – digitali ma fisicamente aperte al pubblico – in Italia.

Il crowdfunding

Il 2021 si è concluso con l’avvio della prima campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd, la piattaforma italiana per operazioni di equity crowdfunding che permette di investire nelle migliori startup e Pmi italiane. La campagna ha superato la somma di 1,2 milioni di euro in meno di 24 ore e punta adesso a raccogliere il 100% del suo obiettivo complessivo. Con una strategia basata sull’abbattimento dei costi – zero commissioni per il venditore e prezzi competitivi per l’acquirente – una rete di agenti fisici e una gestione automatizzata dei passaggi della compravendita che ne standardizza il processo, Dove.it punta a rendere l’acquisto di una casa qualcosa di semplice e lineare. Il tutto grazie alla tecnologia: il lavoro degli agenti immobiliari è potenziato dall'uso di strumenti digitali, del marketing online, dei big data e dell’intelligenza artificiale.

Loading...

La società

Nata nel 2018, in meno di tre anni l’azienda ha acquisito oltre 1.600 immobili in esclusiva andando a diminuire le tempistiche medie di vendita degli immobili (-64%). Questo risultato è stato possibile grazie all'unione delle competenze degli agenti immobiliari alle possibilità offerte dalla tecnologia più avanzata: la start up ha sviluppato oltre 25 software proprietari che supportano le attività dal primo contatto con il potenziale venditore all’effettivo rogito. Il gestionale interno permette di controllare in modo granulare qualsiasi processo di compravendita. La campagna di crowdfunding, che durerà fino al 15 febbraio, punta ora ad alzare l’asticella e raccogliere una somma da destinare in primis al potenziamento della suite di software e alla digitalizzazione dei processi interni all’agenzia.

La raccolta su Mamacrowd, che permette di riconoscere a tutti gli investitori un titolo di partecipazione all'interno della società stessa, coinvolgerà compratori e venditori, con forme di ricompensa ulteriori che vanno dai servizi di virtual home staging alla consulenza e all’accompagnamento negli acquisti in asta, dai servizi di consulenza tecnica all'acquisto di immobili da privati o altre agenzie fino agli sconti sulle commissioni d'acquisto.

«Si è chiuso un anno davvero importante per Dove.it – dichiara Paolo Facchetti, ceo e founder dell’azienda – in cui finalmente abbiamo avuto le prove di star cambiando il mondo delle compravendite immobiliari in Italia. Abbiamo cercato di mettere la tecnologia al centro di tutti i processi per una corretta e moderna gestione di immobili, clienti e valutazioni. Ne è valsa la pena: in due anni e mezzo di vita abbiamo superato i 65 milioni di euro di transato. In un momento relativamente positivo per tutto il comparto proptech siamo convinti che il 2022 sarà un anno di svolta per l’immobiliare italiano».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati