co-living

DoveVivo, fundraising da 72 milioni di euro

di Redazione Casa


default onloading pic

1' di lettura

DoveVivo ha chiuso una raccolta di capitali pari a circa 72 milioni di euro. Con quest’operazione la “co-living company“ italiana – che offre a studenti e a giovani professionisti spazi condivisi in cui vivere, oltre ai servizi di co-working – punta a posizionarsi come riferimento in Europa per il comparto, con una crescita in tre direzioni: incremento degli asset immobiliari in gestione, sviluppo di business addizionali come lo student housing e internazionalizzazione, puntando a chiudere il 2023 a oltre 150 milioni di fatturato, dai 21 milioni di euro del 2018.

Il fundraising è consistito in circa 50 milioni di equity e 22,5 milioni di linee di debito assicurate da Illimity Bank. Per l’equity, l'operazione è stata sottoscritta per 29 milioni di euro da Tikehau Capital, gruppo di alternative asset management quotato all’Euronext di Parigi, attraverso Tikehau Growth Equity II, fondo di private equity paneuropeo, specializzato in investimenti a sostegno della crescita di aziende.

Si sono uniti anche Isa (Istituto atesino di sviluppo) e Seac Fin, per un totale di oltre 7 milioni di euro. L’aumento di capitale è stato sottoscritto anche da Dv Holding, holding dei due founder, Valerio Fonseca e William Maggio, per circa 12 milioni di euro, che restano quindi alla guida del gruppo.

È stato aperto inoltre a tutto il team DoveVivo, che investirà circa mezzo milione di euro. DoveVivo ora vede Dv holding come controllante al 61%, Tikehau secondo azionista al 19%, Isa al 5% e la restante quota di capitale suddivisa fra altri investitori, dipendenti e business angel per circa il 15%.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...