Il saluto prima delle vacanze

Draghi, appello agli italiani: «Vaccinatevi e seguite regole. Sul lavoro determinati a dare risposte ai problemi gravi»

Impegno per la scuola in presenza da settembre. Dopo le vacanze ci attendono grandi sfide, a partire dal lavoro

di Nicoletta Cottone

(ANSA)

3' di lettura

«Le cose per l’economia italiana vanno bene e si spera che vadano anche meglio, agli italiani voglio dire: perché vadano meglio vaccinatevi e rispettate le regole». Lo ha detto il premier Mario Draghi in un saluto informale ai cronisti a Palazzo Chigi rpuia delle vacanze estive. «Dobbiamo essere sicuri di aver fatto tutto per essere sicuri di evitare che la pandemia si aggravi», ha detto Draghi. «Basta? No, non lo sappiamo, tutto è fatto sulla base dei dati di oggi. Un celebrato studio di ricerca aveva previsto migliaia di morti al giorno e cene sono stati 7-8. Dobbiamo essere sicuri di aver fatto tutto il possibile sulla base dei dati a nostra disposizione».

Il 2023? Orizzonte governo nelle mani del Parlamento

L’orizzonte del governo «è nelle mani del Parlamento. Non posso esprimere orizzonti, vedute», ha detto il premier Mario Draghi rispondendo a chi gli domanda se il governo arriverà fino alla fine della legislatura, nel 2023. «Ho ringraziato tutti i ministri e il sottosegretario Garofoli per tutto il lavoro, tanto e buono fatto in questi mesi, ma ho anche aggiunto che io era il meno adatto a farlo, ho messo le mani avanti, perché ho interesse costituito nel lodarmi e apprezzarmi», ha detto scherzando il presidente del Consiglio.

Loading...

Impegno per la scuola in presenza, avanti su vaccini

Il premier ha ricordato che «l’impegno che abbiamo preso per l’autunno è per cominciare la scuola in presenza, assolutamente», oltre alla continuazione della campagna vaccinale. Questi sono gli obiettivi per il rientro dalle vacanze. «Ho detto che non voglio celebrare successi, ma va detto che l’Italia ha inoculato più dosi per 100 abitanti di Francia, Germania, Stati Uniti. Occorre che questo sforzo continui».

Ci attendono sfide grandi, a partire da lavoro

«Si pensa che l’economia vada sempre meglio, ma questo non deve farci dimenticare i problemi che restano in questa crescita molto elevata: l’occupazione, la sicurezza sul lavoro, la riforma degli ammortizzatori sociali, le aziende in crisi. E poi c’è l’agenda del Pnrr, la delega fisco, concorrenza, la lista è lunga e la conoscete anche voi», ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi ai cronisti. «Abbiamo due settimane di vacanza - ha detto il premier - ma il pensiero da tenere chiaro in mente è che poi ci vuole la stessa determinazione, se non maggiore, per affrontare le sfide, i problemi, le risposte che dobbiamo dare a problemi urgenti, gravi» e in particolare «ci sono tutti i problemi che riguardano il lavoro. Infatti oggi c’è stata una riunione con il ministro del Lavoro» Andrea Orlando.

Incidenti lavoro: inaccettabili, occorre fare molto di più

«C’è una cosa in particolare che sta a cuore a tutti noi, a me certamente e più di ogni altra cosa. Bisogna fare qualcosa poter migliorare una situazione inaccettabile sul piano della sicurezza sul lavoro». Il premier ha rivolto «un pensiero commosso e affettuoso a tutti coloro che volevano bene a Laila El Harim. Due mesi fa era la D’Orazio e così via, ogni giorno. É stato fatto molto, ma occorre fare molto di più».

Reddito di cittadinanza, ne condivido lo scopo, presto per dire se verrà riformato

Si è parlato anche di reddito di cittadinanza: «É troppo presto per dire se verrà ridisegnato, riformato e come cambierà la platea dei beneficiari», ha detto il premier, solecitato dai cronisti in merito alle possibile modifiche da mettere in campo per il reddito di cittadinanza.

Nessun conflitto con i partiti

«I partiti guardano ai risultati come faccio io, non hanno obiettivi diversi, lavorano, sembra strano dirlo, anche loro per il bene degli italiani>, ha detto Draghi, ricordando che non c’è contrapposizione secondo cui «chi lavora sono i buoni e gli altri no, si lavora tutti insieme».


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti