dopo le linee programmatiche

Draghi: dopo fiducia subito al lavoro sui dossier internazionali G7 e G20

Venerdì 19 febbraio riunione in videoconferenza dei capi di Stato e di Governo del G7 a presidenza inglese sulle misure per contrastare la pandemia e rilanciare la crescita economica

di Gerardo Pelosi

L'Europa applaude Mario Draghi: "Risorsa straordinaria"

Venerdì 19 febbraio riunione in videoconferenza dei capi di Stato e di Governo del G7 a presidenza inglese sulle misure per contrastare la pandemia e rilanciare la crescita economica


3' di lettura

Dopo la presentazione delle linee programmatiche mercoledì 17 al Senato e il giorno successivo alla Camera, una volta incassata la fiducia, saranno dedicate quasi interamente ai contatti internazionali le prime mosse del presidente del Consiglio Mario Draghi. Per venerdì è prevista la riunione in videoconferenza dei capi di Stato e di Governo del G7 a presidenza inglese sulle misure per contrastare la pandemia e rilanciare la crescita economica. Riunione che vedrà il debutto di tre nuovi leader tra le sette economie più industrializzate: oltre Draghi, il presidente americano Joe Biden e il premier giapponese Yoshihide Suga. «Daremo il benvenuto a Draghi, Biden e Suga», ha scritto su twitter il premier britannico Boris Johnson che presiederà la videoconferenza. Non è poi escluso che sempre venerdì ci possa essere un contatto diretto bilaterale tra Draghi e Johnson per le importanti comuni responsabilità che Roma e Londra condivideranno nei prossimi mesi.

Italia per G20 e Uk per G7 al lavoro insieme sui temi globali

Mentre il Regno Unito guiderà le riunioni G7 l'Italia presiederà quest'anno il G20 con l'evento di apertura previsto il 26 febbraio per la riunione in videoconferenza dei ministri finanziari e dei governatori delle banche centrali (il primo incontro in presenza è previsto al Colosseo il 4 maggio con i ministri della cultura G20). Italia e Regno Unito lavoreranno insieme anche sul reperimento di nuovi centri di produzione dei vaccini, la ricerca comune e le misure per contenere la pandemia anche in vista della riunione che si terrà a Roma sotto presidenza italiana e della Commissione Ue il 21 maggio per il Global Health Summit. «I passi in avanti della scienza – ha fatto sapere Johnson - ci hanno fornito i vaccini di cui abbiamo bisogno per porre fine a questa pandemia per sempre. Ora - ha aggiunto Johnson - i governi mondiali hanno la responsabilità di lavorare insieme per fare di quei vaccini il miglior uso possibile. Spero che il 2021 venga ricordato come l'anno in cui l'umanità ha lavorato insieme come mai prima d'ora per sconfiggere un nemico comune». Temi che saranno anche al centro anche della prossima riunione virtuale del Consigio europeo il 25 e 26 febbraio e poi di quella (si spera in presenza) del 25 e 26 marzo a Bruxelles. Ma Italia e Regno Unito lavoreranno insieme anche sul versante del green deal e dei cambiamenti climatici in vista del Cop 26 la cui riunione finale si terrà a Glasgow in novembre.

Loading...

Venerdì nel G7 primo contatto tra Draghi e Biden

L'appuntamento di venerdì sarà anche la prima occasione di contatto tra Draghi e Biden nelle nuove funzioni di entrambi. La Casa Bianca ha sottolineato che Biden discuterà con gli altri leader « piani per sconfiggere la pandemia di Covid 19 e per ricostruire l'economia globale». In particolare, il presidente americano, si legge in una nota di Washington, «si concentrerà sulla risposta globale alla pandemia, compresi il coordinamento sulla produzione dei vaccini, la distribuzione e le forniture» e poi sulla ripresa economica globale, per assicurare che sia «inclusiva e sia di beneficio a tutti i lavoratori, comprese le donne e gli appartenenti ai gruppi storicamente svantaggiati». Infine Biden discuterà la necessità di «investimenti per rafforzare la nostra competitività collettiva e l'importanza di aggiornare le regole globali per affrontare le sfide economiche come quelle poste dalla Cina, oltre ad un'agenda robusta di misure per affrontare i cambiamenti climatici».

Primo viaggio europeo di Biden previsto in giugno per G7 in Cornovaglia

Il primo viaggio europeo di Biden è programmato per l'inizio dell'estate in concomitanza con il vertice (in presenza) del G7 in Cornovaglia dall'11 al 13 giugno e con il vertice della Nato a Bruxelles. Sarà, quella, probabilmente, la prima occasione di incontro tra Draghi e Biden ma non si esclude che il premier italiano possa volare anche prima a Washington per illustrare al nuovo inquilino della Casa Bianca le linee della presidenza italiana del G20 in vista del vertice conclusivo che si terrà nella nuvola di Fuksas all'Eur di Roma il 30 e 31 ottobre.

Il nuovo sherpa G20 Luigi Mattiolo già al lavoro a Palazzo Chigi

Per preparare i dossier internazionali di Draghi è già al lavoro a Palazzo Chigi l'ambasciatore Luigi Mattiolo, nuovo consigliere diplomatico di Mario Draghi e sherpa G7/G20, fino a ieri ambasciatore a Berlino incarico ricoperto in passato anche dal suo predecessore a Palazzo Chigi Piero Benassi. Un segnale di attenzione per i rapporti con la Germania che sia dal punto di vista politico che economico vengono ritenuti essenziali per la postura geopolitica del nostro Paese. Mattiolo prima di Berlino è stato capo missione in Israele e Turchia e ha svolto le funzioni di direttore generale per l'Unione Europea dal 2012 al febbraio del 2015.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti