ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBEV

Ds Automobiles guarda al futuro del Campionato di Formula E con la nuova monoposto da 350 kW

Il team francese di Formula E ha collezionato importanti risultati con la monoposto Gen2 ed ora ha iniziato gli sviluppi della Gen3 che scenderà in pista a partire dal 2023

di Giulia Paganoni

(JB Autissier / Panoramic)

3' di lettura

La transizione elettrica del marchio premium francese del gruppo Stellantis ha radici nel motorsport. Dalla prima stagione del Campionato di Formula E (il 2015) ha iniziato a partecipare con la monoposto Gen1 per poi passare nel 2018 alla Gen2 che nelle quattro stagioni ha permesso di vincere due titoli piloti e costruttori. E ora la casa con sede a Parigi sta sviluppando la Gen3 che dai dati tecnici sarà un vero passo avanti nella tecnologia alla spina e scenderà in pista a partire dal 2023.

Come sono cambiate le monoposto

Nel 2015 il Campionato di Formula E ha mosso i primi passi con le monoposto Gen1 la cui particolarità era che non avevano batterie con capacità tale da poter fare tutta la gara perciò era necessario fare il cambio auto a metà dei giri totali in programma. Questa tipologia di monoposto aveva un motore da 200 kW e una batteria da 28 kWh. Successivamente, nel 2018, hanno debuttato le Gen2 apportando una serie di novità importanti, tra cui il motore da 250 kW alimentato da una batteria da 52 kWh che non richiedeva più di fare il cambio auto a metà gara. Lo scatto era davvero impressionante: 0-100 km/h in 2.8 secondi e una velocità massima di 280 km/h contro i 225 km/h della Gen1. La potenza massima utilizzabile in fase di qualifica era di 340 cv e di 272 in gara, quando però poteva essere attivato il “FanBoost” che portava a una potenza di picco istantaneo di 340 cv. Novità era anche l'activation zone, aree lungo il tracciato in cui i piloti potevano accedere a una configurazione della monoposto da 306 cavalli.

Loading...

E ora, dopo quattro stagioni della Gen2, è il momento di guardare avanti…

Gen3 e auto di serie: un legame sempre più stretto

Con una potenza aumentata a 350 kW e la capacità di recuperare 600 kW di energia prodotta dagli assali anteriore e posteriore, questa nuova monoposto sarà la più veloce ed efficiente mai realizzata.

Parallelamente a questi sviluppi, Ds Automobiles continua a stabilire stretti legami tra la ricerca di Ds Performance e il futuro dei suoi modelli di produzione. Già mostrato all’inizio del 2022, il prototipo Ds E-Tense Performance viene utilizzato come laboratorio ad alte prestazioni per testare e valutare nuove tecnologie.

Dotato di due motori elettrici con una potenza totale di 600 kW e di una batteria dalla chimica innovativa, raggiunge i 100 km/h in soli 2,0 secondi. L’esperienza accumulata porterà a breve all’introduzione di un motore elettrico completamente nuovo, più potente ed efficiente e destinato ai modelli di produzione E-Tense.

I successi Ds Automobiles nell'elettrico

Il marchio premium francese ha posto l'elettrificazione al centro della sua strategia e dal 2014, anno della sua indipendenza da Citroën, sta sviluppando più conoscenze possibili in questo ambito. E il Campionato di Formula E è il palcoscenico adatto.

Con la monoposto Gen1 sono stati raccolti i primi dati che hanno portato a sviluppando una Gen2 davvero competitiva che ha permesso di conquistare due titoli costruttori e due titoli piloti (2019 con Jean-Éric Vergne e nel 2020 con António Félix da Costa). Nelle 55 gare disputate nelle quattro stagioni in cui ha gareggiato la Gen2, sono state conquistate 10 vittorie, 14 pole position e 28 podi.

Gare all'esperienza accumulata, il marchio Ds dal 2019 offre una gamma elettrificata ed ha annunciato che dal 2024 tutti i nuovi modelli saranno disponibili solo 100% alla spina.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti