Test drive

Ds4: ecco com’è, come va e quanto costa la nuova compatta francese

La Ds4 spinge l'allargamento della gamma del brand francese, che quest'anno ha presentato anche l'ammiraglia Ds9, inserendosi nel selettivo settore delle berline compatte premium. Accanto all'evoluzione dei tratti stilistici e degli elementi distintivi del marchio propone anche un'evoluzione dell'architettura Emp2

di Massimo Mambretti

4' di lettura

Il quarto modello del brand Ds, con una precisione più svizzera che francese, si chiama Ds4. Una sigla già utilizzata in passato, ma che non deve trarre in inganno. Infatti, la nuova Ds4 è riallacciabile alla vecchia solo per il fatto che è una berlina di taglia compatta, come del resto può suggerire il fatto che quello che era un category brand della Citroën e diventato un marchio autonomo e con precise ambizioni.

Ds4, poggia su nuove fondamenta

Una delle principali è quella di diventare, a passo spedito, un brand elettrificato al 100%. In questo senso, la nuova Ds4 al momento rappresenta uno dei tasselli fondamentali. Infatti, il suo debutto accompagna una nuova interpretazione dell'architettura Emp2, per altro già concepita per l'elettrificazione. La nuova variante non ha nulla a che vedere con la piattaforma modulare Stla Medium recentemente annunciata da Stellatis per i modelli full-electric, che però arriverà nel 2024. La nuova Emp2 nasce da una ridefinizione strutturale che coinvolge il 70% delle componenti per razionalizzare la sistemazione della rete elettrica, oltre che per alzare l'asticella riguardante comportamento, confort e sicurezza. E, ovviamente, ottimizzare il design.

Loading...
Ds4, le foto della prova della versione plug-in E-Tense

Ds4, le foto della prova della versione plug-in E-Tense

Photogallery14 foto

Visualizza

Ds4, berlina dalla molteplice personalità

Su questo fronte si fa valere facendo evolvere lo stile, grazie alla possibilità di ottimizzare sia le proporzioni sia il profilo dell'aerodinamica carrozzeria, resa muscolosa da alcuni decisi tratti delle fiancate e dalla prominenza dei passaruota che alloggiano cerchi di grande diametro. Da questi cardini scaturisce la silhouette della Ds4, nella quale l'impostazione hatchback integra un profilo da coupé e suggestioni che strizzano l'occhio al mondo dei crossover. Al quale, però, la Ds4 non appartiene specie considerando l'altezza da terra non eccessiva, che rimane immuta in ogni interpretazione formale. Infatti, la slanciata linea della Ds4 – lunga 4,40 metri, larga 1,85 metri e alta 1,47 metri, può virare verso l'eleganza con la variante Ds4 e basta piuttosto che verso la sportività con la Performance Line e i contesti off-road con la Cross (equipaggiabile con il sistema Advanced Traction Control per ottimizzare la motricità sui terreni a bassa aderenza) e, infine, l'esclusività dell'edizione di lancio La Premiére attraverso specifici abbinamenti cromatici e personalizzazioni delle sovrastrutture.

Ds4, dentro è spaziosa, ricercata e hi-tech

L'abitacolo della Ds4 è arredato in maniera minimalista. Una scelta trendy ma che unitamente al passo che arriva a 2,68 metri si rivela efficace per imprimere un'apprezzabile ampiezza all'ambiente. L'atmosfera interna è permeata da soluzioni hi-tech e dalla ricercatezza, esaltata tanto dall'esecuzione quanto dall'esteso impiego di materiali pregiati e da lavorazioni artigianali. La plancia di andamento lineare che, però, si raccorda morbidamente con i pannelli delle porte avvolge chi siede davanti, integrando un cockpit digitale da 7”, configurabile ma non estesamente, e il display da 10,3” del sistema d'infotainment. Quest'ultimo “maschera” le bocchette di aerazione, è estesamente connesso e personalizzabile, interagisce via wireless con Apple CarPlay e le release più recenti di Android Auto. Inoltre, è gestibile con comandi vocali e gestuali, oltre che attraverso un touch display da 5” che consente di attivare le funzionalità preferite istintivamente ma, a volte, non con precisione. La digitalizzazione della Ds4 può essere completata da un head up display con diagonale da 21”, che può prospettare moltissime informazioni.

Ds4, in Italia con quattro powertrain

Dentro al cofano della Ds4 possono essere sistemati quattro motorizzazioni, tutte abbinate al cambio automatico a otto marce. Alla base dell'offerta si pone il tre cilindri turbo di 1,2 litri con 130 cavalli al quale si affianca un'altra unità sovralimentata a benzina di 1,6 litri con 180 cavalli. Ci sono poi un turbodiesel di 1,5 litri con 130 cavalli e un powetrain che meglio incarna l'indole green di Ds. Ovvero, il powertrain ibrido plug-in da 225 cavalli, formato dal motore turbo a benzina più potente e da un elettrico con 110 cavalli. Il sistema è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 12,4 kWh ricaricabile da impianti da 7,4 kW in meno di due ore, che promette un'autonomia di 55 chilometri a emissioni zero consentendo anche la possibilità di raggiungere i 135 all'ora.

Ds4, come va la E-Tense

La E-Tense nell'allestimento la Première offre il più competo corredo tecnologico della famiglia Ds4. Infatti, oltre a quanto già citato e a una completa suite di Adas che genera un sistema di guida di livello 2 avanzato, include anche i fari Matrix Led e le sospensioni adattive predittive, ovvero che si autoregolano per ottimizzare confort e comportamento in funzione di quanto rileva una telecamera frontale. Lo schieramento può essere completato dal Night Vision, che rileva ancora prima che siano illuminati dai fari ostacoli presenti sulla strada e li evidenzia nei display davanti al guidatore. Su strada la Ds4 La Première si rivela molto confortevole, altrettanto affidabile e maneggevole. Quindi, è gradevole da guidare, tanto più che questa sensazione è ben supportata anche dal lineare e silenzioso rendimento del suo powertrain. Che, dal canto, suo cambia personalità in funzione della configurazione impostata: Hybrid, Electric, Comfort e Sport. Utilizzando l'elettrica lungo un percorso extraurbano e autostradale il 1.600 a benzina è rimasto spento per 44 chilometri. Esauriti gli elettroni, con la modalità ibrida abbiamo completato il tragitto registrando una percorrenza vicina ai 14 chilometri con un litro grazie anche alla possibilità di potere viaggiare, all'occorrenza, ancora brevemente elettricamente grazie ai recuperi di energia effettuati nei rallentamenti da una gestione dei flussi piuttosto volonterosa.

Ds4, versioni e prezzi

Il listino della Ds4 parte dai 30.250 uro della versione 1.2 e prende le mosse da 3.750 euro nel caso della turbodiesel, da 36.250 in quello della 1.600 a benzina e da 40.750 euro in quello della E-Tense. I prezzi poi si declinano in maniera molto articolata seguendo la complessa declinazione degli allestimenti abbinabili alle singole motorizzazioni. Ovviamente, includono personalizzazioni stilistiche, equipaggiamenti e finiture differenti. L'offerta ruota attorno alle configurazioni Business, Trocadero, Rivoli, Performance Line, Performance Line+ e, al momento, La Première. Nel 2024 arriverà anche la versione full-elettric con batteria da 104 kWh e un'autonomia nell'ordine di 700 chilometri

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti