Anteprime

Ducati DesertX, tutto quello che c'è da sapere sulla novità di Borgo Panigale

Progettata per l'offroad più impegnativo, monta ruota anteriore da 21 pollici e motore Testastretta 11° da 110 cavalli.

di Simonluca Pini

5' di lettura

La nuova Ducati DesertX debutta nel deserto e lo fa con un lungo elenco di novità realizzate per accontentare chi cerca una due ruote specifica per il fuoristrada e al tempo stesso piacevole su strada. Realizzata dal Centro Stile di Borgo Panigale, la nuova DesertX si ispira alle moto da enduro degli anni 80 e porta in concessionaria la versione di serie della concept presentata nel 2019. Caratterizzata dalla ruota anteriore da 21”, posteriore da 18”, sospensioni a lunga escursione e ampia luce a terra, la novità emiliana è spinta dal motore Testastretta 11° da 937 cc e 110 cavalli. Attesa in concessionaria da maggio, è anche la protagonista del sesto episodio della Ducati World Premiere 2022.

Nuova Ducati DesertX, telaio e ciclistica

Lo schema adottato per la ciclistica prevede un nuovo telaio a traliccio in acciaio, che lavora in combinazione con sospensioni a lunga escursione in grado di garantire un comportamento ottimale anche nel fuoristrada più impegnativo merito anche del peso a secco contenuto in 202 kg. Sul fronte delle sospensioni troviamo una forcella Kayaba a steli rovesciati da 46 mm di diametro ha 230 mm di escursione ed è regolabile in compressione, estensione e precarico. Anche il monoammortizzatore, sempre Kayaba, è regolabile in compressione, estensione e precarico e, abbinato al forcellone in alluminio, consente una corsa della ruota posteriore di 220 mm. Promossa anche la luce a terra, con 250 mm a disposizione

Loading...

Ducati DesertX, freni e pneumatici

La DesertX Alla voce freni monta, come tutte le moto Ducati, l'impianto con funzione di ABS Cornering. L' anteriore presenta pinze radiali monoblocco Brembo M50 a 4 pistoncini da 30 mm di diametro, pompa assiale con leve regolabili e doppio disco da 320 mm con flange in alluminio. Al posteriore invece un singolo disco da 265 mm di diametro su cui lavora una pinza flottante a doppio pistoncino, sempre Brembo. Passando agli pneumatici, la moto monta di primo equipaggiamento coperture Scorpion Rally STR, con misure 90/90-21 e 150/70 R18.
Ducati DesertX 2022, motorizzazione
La DesertX è spinta dal motore a distribuzione desmodromica Testastretta 11° da 937 cm3 raffreddato a liquido, con 110 cv di potenza a 9.250 rpm e una coppia massima di 92 Nm a 6.500 rpm. Per offrire il miglior rendimento possibile nella guida in fuoristrada e nelle diverse destinazioni d'uso, il motore è stato ottimizzato in maniera specifica per questa moto. Il cambio possiede infatti rapporti dedicati differenti rispetto a quelli della Multistrada V2.

Ducati DesertX, altezza sella e autonomia

La triangolazione sella-pedane-manubrio esprime il massimo del suo potenziale nella guida in piedi, tipica dell'offroad, mentre l'altezza della sella presenta è pari a 875 mm da terra ed disponibile anche più bassa grazie agli accessori disponibili. L'autonomia adeguata ai viaggi più lunghi è garantita dal serbatoio da oltre 21 l e alla possibilità di montare un secondo serbatoio nella parte posteriore della moto come accessorio, aggiungendo ulteriori 8 l di benzina. Il trasferimento di benzina dal serbatoio posteriore a quello anteriore viene abilitato nel momento in cui il livello del carburante nel serbatoio principale scende al di sotto di un determinato livello e può essere attivato dal dashboard.

Ducati DesertX, tutte le foto della novità di Borgo Panigale nata per l’offroad

Ducati DesertX, tutte le foto della novità di Borgo Panigale nata per l’offroad

Photogallery20 foto

Visualizza

Ducati DesertX, riding mode

Passando all'elettronica, I Riding Mode disponibili su DesertX sono ben 6 e lavorano in combinazione con i 4 Power Mode che modificano potenza e prontezza di risposta del Testastretta: Full, High, Medium, Low. La principale novità è rappresentata dai settaggi specifici per il Riding Mode Enduro e dall'introduzione del nuovo Riding Mode Rally, che si aggiungono a Sport, Touring, Urban e Wet. Ciascun Riding Mode, anche grazie alla presenza della IMU (Inertial Measurement Unit) Bosch, può cambiare il carattere della moto a seconda delle scelte del pilota, agendo sui livelli di intervento dei vari controlli elettronici. L'Abs Cornering, in particolare, è settabile su 3 livelli per potersi adattare a ogni situazione e al livello di esperienza del pilota. Nei Riding Mode dedicati all'off-road (Enduro e Rally) l'Abs Cornering può anche essere completamente disattivato attraverso il blocchetto comandi con tasto dedicato.

Connettività e tecnologia

Il cruscotto di DesertX, orientato verticalmente e posizionato per offrire la migliore visibilità possibile anche nella guida in piedi, è dotato di display a colori da 5” ad alta risoluzione. La strumentazione è predisposta per l'integrazione con il Ducati Multimedia System che consente di connettere lo smartphone, attivando così nuove funzioni come la gestione della musica e delle chiamate o la navigazione Turn by Turn (opzionale) che mostra le indicazioni stradali direttamente sul cruscotto. È possibile scegliere tra due Info Mode di serie: Standard e Rally. Nell'Info Mode Standard vengono visualizzate tutte le informazioni necessarie per la guida stradale: contagiri e tachimetro sono ben visibili, così come la marcia inserita, il livello del carburante e le altre informazioni necessarie al viaggio. Nell'Info Mode Rally è presente la funzione tripmaster. Questa replica il funzionamento del tripmaster utilizzato nelle moto da rally e permette di aggiustare manualmente l'indicazione del contachilometri, utilizzando i tasti del blocchetto comandi.
Fari full led
La Ducati DesertX monta fari anteriori full Led. Il doppio proiettore anteriore ha due moduli poliellissoidali bi-funzione con Daytime Running Light (DRL). Il faro posteriore è dotato del Ducati Brake Light, un sistema che, in caso di frenata brusca, attiva automaticamente il lampeggio della luce posteriore per segnalare la condizione di improvviso rallentamento ai veicoli che seguono, dando un ulteriore contributo alla sicurezza del pilota.

Ducati DesertX accessori

Ampia la gamma di personalizzazioni grazie all'offerta di accessori Ducati Performance. L'offera comprende la sella rally, che unisce le sedute di pilota e passeggero per una maggiore efficacia nella guida fuoristrada, e il serbatoio supplementare da 8 l. Per il touring sono presenti a catalogo le valigie laterali in alluminio che, combinate al top case, danno alla moto una capacità totale di carico di quasi 120 l, i faretti supplementari a led, il cavalletto centrale e le manopole riscaldate. Sono inoltre disponibili lo scarico omologato Termignoni e lo scarico racing, sempre Termignoni, che grazie alla mappatura dedicata aumenta i valori di potenza e coppia del +7%.

Ducati DesertX patente A2

La novità di Borgo Panigale sarà ordinabile anche in versione depotenziata a 35 kW per i possessori di patente A2.La casa motociclistica Bolognese offre inoltre la garanzia “4Ever Ducati”, valida per 4 anni a chilometraggio illimitato, garantita dall’intera rete di concessionarie.

Ducati DesertX prezzo

Quanto costa la nuova Ducati DesertX? La novità di Borgo Panigale parte da circa 16.000 euro, 15.990 per la precisione. In Italia, per incentivare l'ingresso dei più giovani appassionati al mondo delle due ruote, Ducati propone un’agevolazione di 1.000 euro sul prezzo di listino di tutte le moto a 35 kW disponibili in gamma.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti