le celebrazioni a roma

Due giugno, parata ai Fori Imperiali. Mattarella: «Paese sia coeso»

di Andrea Gagliardi

(Ansa)

3' di lettura

Quattrocento sindaci con le fasce tricolori (in prima fila quelli di vari Comuni del Centro Italia colpiti dal sisma) hanno dato il via stamattina alla parata del 2 giugno per il 71esimo anniversario della Repubblica, il cui motto era “Insieme per il Paese”. Le celebrazioni sono cominciate alle 9.15 con l’alzabandiera solenne all'Altare della Patria e l’omaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella al sacello del Milite Ignoto. Le Frecce Tricolori hanno sorvolato l’area della cerimonia e, contemporaneamente, un’enorme bandiera italiana di 1.600 metri quadrati è stata stesa lungo il Colosse. Imbandierati anche i palazzi della Difesa e quelli delle altre Istituzioni.

Mattarella: valori '46 ci guidano per futuro pace
«I valori che ci hanno unito il 2 giugno del 1946 continuano a guidarci per realizzare lo stesso desiderio dei nostri padri: dare alle future generazioni
un’Italia in pace, prospera e solidale» è l’appello inviato dal capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano. Mattarella ha poi aggiunto in un messaggio al ministro della Difesa Roberta Pinotti che «le rappresentanze dello Stato e della
società civile, che quotidianamente si prodigano con professionalità e sacrificio al servizio del Paese, la significativa partecipazione dei corpi armati e non armati dello Stato, hanno fornito l'immagine coesa di un Paese capace di
assumere responsabilità nella comunità internazionale». Dal Papa, in un tweet, l’augurio perché l'Italia «prosperi in concordia e aiuti la pace». Controcorrente il leader della Lega Matteo Salvini che ha invitato invece a disertare perché «c'è poco festeggiare in una Repubblica invasa dagli immigrati e disoccupata».

Loading...
Quirinale, la festa del 2 giugno raccontata da 5 celebri youtuber

La parata
La parata, al via alle 10, ha sfilato come di consueto lungo via dei Fori Imperiali. Poco meno di 4.000 le persone (tra militari e civili) coinvolte nella rassegna, strutturata in 7 settori con particolare attenzione posta alla Protezione civile, alle unità delle Forze armate e a tutte quelle componenti impegnate nelle zone colpite dal maltempo e dal terremoto. In apertura la banda dei Carabinieri, le bandiere delle Forze armate e della Guardia di Finanza, i gonfaloni delle regioni delle province e dei comuni italiani, medaglieri e labari delle associazioni combattentistiche e d'Arma.

Con Mattarella a parata Gentiloni e mezzo governo
Il capo dello Stato, Sergio Mattarella ha raggiunto via del Fori Imperiali a bordo della Flaminia presidenziale scoperta, e ha preso posto sul palco presidenziale in compagnia del premier Paolo Gentiloni. Presenti anche moltissimi ministri, vertici militari e autorità locali. Oltre naturalmente ai presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso. Tra i ministri, quello della Difesa Roberta Pinotti, dell’Interno Marco Minniti, della Giustizia Andrea Orlando, per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vicenti. Nel palco anche il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani, la sottosegretaria Maria Elena Boschi e la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

Alla fine della rassegna il tenore Andrea Bocelli, insieme al coro di voci bianche dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, ha cantato l’Inno di Mameli, accompagnato dalla Banda Interforze della Difesa. «Fiero di partecipare», ha twittato Bocelli. Gli onori al capo dello Stato da parte dei corazzieri a cavallo e un nuovo passaggio delle Frecce Tricolori ha segnato la fine della manifestazione. Al termine della parata Mattarella ha incontrato e salutato alcuni studenti accompagnati dalla ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli.

Il Presidente Sergio Mattarella depone una corona d'alloro al Milite Ignoto in occasione del 71° anniversario della Repubblica Italiana

Pinotti: anche oggi servono scelte strategiche
«Il 2 giugno: un’occasione per onorare la Repubblica e abbracciare idealmente i nostri militari per far sentire loro tutto il nostro affetto», ha sintetizzato in un tweet il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Sebbene «in condizioni assolutamente diverse», viviamo oggi «emergenze che richiedono scelte altrettanto strategiche per tutelare quei valori di democrazia,
libertà, sicurezza per cui gli italiani hanno tanto combattuto» ha aggiunto la ministra nel messaggio in occasione del 71/o anniversario della fondazione della Repubblica.

Scattato il piano sicurezza
È scattato in contemporanea il piano sicurezza per le celebrazioni, con bonifiche con artificieri e cani anti-esplosivo, tiratori scelti, varchi d'accesso con metal detector. Circa mille gli agenti delle forze dell'ordine impiegati per garantire la sicurezza. L'area interessata all'evento è 'super blindata' e chiusa al traffico. Chiuse anche le stazioni della metropolitana più vicine: Colosseo e
Circo Massimo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti