dal 7 al 9 giugno

Due italiane nella Champions League pallanuotistica

di redazione

(AP)

3' di lettura

Mancano pochi giorni all’appuntamento più importante della stagione pallanuotistica europea: le finali a otto della Champions League. A rendere ancora più interessante l’edizione 2018 c’è la presenza di due squadre italiane, Pro Recco e AN Brescia, e il fatto che le finali si disputano a Genova. Dal 7 al 9 giugno la piscina “La Sciorba” ospiterà infatti le sfide che incoroneranno la regina della pallanuoto europea. La formula è quella della partita secca ad eliminazione.

I quarti di finale di giovedì 7 giugno vedranno subito scontrarsi le due italiane. La partita in programma alle 20.30 verrà trasmessa in diretta su Sky Sport 2 così come semifinali e finalissima. Sempre giovedì a scendere in acqua saranno anche Olympiacos Piraeus e Spandau di Berlino, i croati dello Jug e gli ungheresi dello Szolnok,gli spagnoli del Barceloneta e gli ungheresi dell’Eger. Venerdì 8 le semifinali e poi sabato alle 20.30 il gran finale con la sfida decisiva.

Loading...

La Pro Recco che ha vinto il suo girone affronterà l’AN Brescia, quarta nel suo raggruppamento. Il risultato è però meno scontato di quanto i rispettivi piazzamenti potrebbero lasciare presagire. «Il Brescia ha dimostrato di essere una squadra di altissimo livello - spiega il presidente della Pro Recco, Maurizio Felugo -, e nel suo girone, molto difficile, ha dato filo da torcere anche alle squadre che alla fine si sono piazzate davanti. La partita secca è sempre insidiosa, a maggior ragione se si tratta di un derby».

Quanto agli altri avversari Felugo rimarca come le finali di quest’anno appaiano molto equilibrate: «Da quello che si è visto nella fase a giorni squadre come Jug, Olympiacos e anche Barceloneta hanno dimostrato di essere avversari insidiosi e in grado di trovare il guizzo giusto nella singola partita. Puntiamo alla vittoria della Champions ma fare pronostici è difficile».

Andrea Malchiodi, presidente della squadra bresciana è fiducioso. «Essere parte della cerchia delle 8 squadre più forti d’Europa e quindi del mondo è già motivo di grandissima soddisfazione, ora tutto quello che viene in più è guadagnato. Nella partita contro il Recco - spiega il presidente - non partiamo da favoriti ma questo potrebbe anche essere un vantaggio. I liguri sono gli organizzatori, giocano in casa e puntano alla finale. Noi saremo determinati come sempre e scenderemo in vasca con meno pressione».

Soddisfazione infine per la diretta di Sky sport: «È una grande occasione per far conoscere ad un pubblico più ampio la grande bellezza di questo sport» sottolinea Malchiodi. Lo sforzo organizzativo per l’evento è importante. «Organizzare le finali è stato per noi un impegno molto intenso - conferma Maurizio Felugo - anche perché ha significato gestire accoglienza e ospitalità per squadre e tifoserie. Fortunatamente la collaborazione con il comune di Genova e la regione Liguria è stata molto proficua».

Soddisfazione per l’accordo con Sky che non porterà denaro nelle casse del club ligure ma che consentirà di offrire lo spettacolo della migliore pallanuoto europea a un grande pubblico. «Abbiamo deciso di fare questa scommessa perché crediamo molto nelle potenzialità di questo appuntamento, affidarci ad un'emittente come Sky ci assicura una copertura e una promozione dell'evento di altissimo livello».

Il principale sponsor delle finali è Intels, gruppo di infrastrutture per il settore oil&gas. Hanno contribuito anche Iren, Go Carpisa, Boggi Milano, Med Travel e Villa Montallegro. Per gli 8 club finalisti la LEN (la lega europea degli sport natatori) stanzia dei premi in denaro che impallidiscono di fronte alle cifre di altri sport ma che sono comunque un contributo di un qualche rilievo per i budget più modesti della pallanuoto. Si va dai 52 mila euro assegnati al vincitore, ai 42 mila euro per i secondi classificati e poi gradualmente a scendere sino ai 25 mila euro dell'ottavo posto.

Qualche dettaglio infine sulla location dell’evento e su come seguirlo dal vivo. Alle Piscine Sciorba il tetto telescopico si aprirà e verranno montate due tribune: una dietro la porta lato monte, l’altra parallela a quella già esistente per un totale di circa 2.500 spettatori. I prezzi saranno di 35 euro per i match del giovedì, 40 euro per le semifinali e 45 euro per le finali di sabato. C'è la possibilità di un unico biglietto per la tre giorni al costo di 120 euro (biglietti disponibili su listicket.com).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti