Liguria

Due migranti travolti e uccisi da furgone in A10 a Bordighera

Ferito gravemente un terzo migrante. Il gruppo di stranieri stava attraversando l'autostrada all'altezza dell'autogrill

Il tratto dell’A10 Genova - Ventimiglia, in direzione Francia dove due migranti sono stati travolti e uccisi da un furgone all’altezza di Bordighera. (ANSA/Fabrizio Tenerelli)

2' di lettura

Due migranti sono stati investiti e uccisi sull'A10, all'altezza di Bordighera, da un furgone che procedeva verso la Francia, intorno alle 7 di mattina di sabato. Ferito gravemente un terzo migrante. Da una prima ricostruzione il gruppo di stranieri, un totale di 8 persone, stava attraversando l'autostrada all'altezza dell'autogrill di Bordighera quando si è verificato l'incidente. Illeso ma sotto choc il conducente del furgone. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e le forze dell'ordine per i rilievi. Il traffico sull’A10, al momento procede a rilento: i mezzi vengo fatti entrare e uscire dall’area di servizio.

«Ho visto un gruppo di migranti sbucare all’improvviso. Non ho fatto in tempo a frenare il furgone, ha detto il conducente che ha travolto e ucciso i due migranti.. L’uomo, un italiano, trasportava pizze e focacce nel Principato di Monaco e dopo l’incidente si è sentito male: sottoposto anche alla prova dell’etilometro è risultato negativo.

Loading...

Gli agenti della sottosezione della polizia stradale di Imperia Ovest stanno ricostruendo l’accaduto e identificando gli stranieri, tre uomini, tutti cingalesi. Altri, ma il numero non si conosce, sarebbero riusciti ad attraversare la carreggiata e a lasciare l’autostrada. Gli stranieri potrebbero essere stati lasciati nell’area di servizio da qualche passeur o potrebbero essere scesi da un camion su cui erano saliti di nascosto. La polizia acquisirà le immagini delle telecamere per verificarlo.

Quello di questa mattina è l’ennesimo incidente in cui muoiono migranti nella zona a ridosso del confine con la Francia. Decine le vittime in questi anni, travolti in autostrada, folgorati sui tetti dei treni, alcuni annegati: sempre nel tentativo di raggiungere la Francia. Il 2 marzo scorso l’ultimo caso con un migrante folgorato sul tetto di un treno regionale partito da Ventimiglia e diretto in Francia. Stessa dinamica e ancora morti anche l’1 febbraio scorso, il 29 agosto e il 31 ottobre del 2021. La presenza di stranieri che si spostano a piedi sull’Autofiori, specie dalla barriera di Ventimiglia a Mentone, è una realtà quasi quotidiana. Spesso la loro presenza è segnalata dai tabelloni lungo il percorso dell’A10.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti