FRaGRANZE

Due nuovi profumi arricchiscono la collezione di D’Annunzio

1' di lettura

Per D'Annunzio il profumo era tutto e tutto era nel profumo. Nella gran parte delle opere di questo magnifico intellettuale, gli odori e i profumi erano parte integrante della sua scrittura. L'anno scorso l'azienda italiana Mavive, nella figura di Marco Vidal, gli aveva dedicato quattro eau de parfum che ricalcavano i nomi delle opere più famose del Vate, adesso la collezione si arricchisce di due nuovi profumi: Notturno e Il Fuoco. Il primo è un omaggio alla bellezza della notte, all'istinto della divinazione che sprigiona tutta la passione della notte per arrivare sfinita all'alba. Il jus è una carezza velluta dove la pesca nettarina si fonde con le note viranti degli agrumi, zagara e ylang-ylang. Il Fuoco, invece, è un profumo colmo di luce, celebrativo e opulento. Si apre con il fresco bergamotto e il dolce rum per rivelare un cuore ricco di tabacco, patchouli, legno di cedro su una scia di sandalo e semi di tonka. Il lancio dei due nuovi profumi è stata anche l'occasione per presentare la mostra “D'Annunzio e l'Arte del Profumo, Odorarius Mirabilis”, in corso presso la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera, fino al 27 gennaio 2019.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti