ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEconomia Digitale

Due ricercatori hanno battuto in matematica l’intelligenza artificiale di DeepMind

Risolto un problema matematico con un’operazione in meno rispetto all’intelligenza artificiale. Anche grazie a Google

di Luca Tremolada

(pattern43 - stock.adobe.com)

2' di lettura

Jakob Moosbauer e Manuel Kauers sono i due ricercatori austriaci che hanno trovato un modo più efficiente per eseguire le moltiplicazioni tra matrici, battendo un record stabilito solo una settimana fa da DeepMind società di intelligenza artificiale di Google. All’inizio del mese Alpha Tensor - così si chama il sistema di AI DeepMind - aveva scoperto un modo più veloce per risolvere un problema matematico fondamentale nell'informatica, battendo un record che dura da oltre 50 anni. Lo studio dell’Università di Linz non ha ancora superato la Peer Review e lo trovate pubblicato sull’archivio di articoli scientifici Arxiv. C’è chi ha salutato l’”impresa” come una rivincita dell’uomo sulla macchina. Ma in realtà non così e in ogni caso non è una gara.

Perché è importate la moltiplicazione di matrici?

La risoluzione di queste attività di calcolo fondamentali sono particolarmente importanti per il progresso dei sistemi di intelligenza artificiale. Un miglioramento nell’efficienza vuole dire consentire alle macchine di risparmiare tempo e capacità di calcolo che si traducono in prestazioni migliori e sopratutto in una migliore efficienza energetica.

Loading...

Perché non è una gara uomo-macchina

Fino a pochi giorni fa il metodo più veloce per moltiplicare insieme due matrici quattro per quattro eraquello ideato nel 1969 dal matematico tedesco Volker Strassenper moltiplicare insieme due matrici quattro per quattro. Il metodo di base della scuola superiore richiede 64 passaggi; Strassen richiede 49 passaggi. AlphaTensor ha trovato un modo per farlo in 47 passaggi. I due ricercatori hanno affermano di aver ridotto quel conteggio di uno ma dichiarano di essersi basati sul lavoro svolto da DeepMind. Nel loro articolo, Kauers e Moosbauer scrivono: «Questa soluzione è stata ottenuta dallo schema [dei ricercatori di DeepMind] applicando una sequenza di trasformazioni che portano a uno schema da cui una moltiplicazione potrebbe essere eliminata».La soluzione umana sarebbe stata ispirata dall’articolo scientifico pubblicato da ricercatori umani che hanno usato il sistema di intelligenza artificiale di Deep Mind. Se così fosse sarebbe una ulteriore conferma di come la “gara” tra uomini e macchine porta vantaggi per tutti.

Riproduzione riservata ©
  • Luca TremoladaGiornalista

    Luogo: Milano via Monte Rosa 91

    Lingue parlate: Inglese, Francese

    Argomenti: Tecnologia, scienza, finanza, startup, dati

    Premi: Premio Gabriele Lanfredini sull’informazione; Premio giornalistico State Street, categoria "Innovation"; DStars 2019, categoria journalism

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti