PARTENARIATO

Duemila imprese alleate per crescere. Parte da Venezia il roadshow Connext

di Ilaria Vesentini

(Alamy)

2' di lettura

«Connext è il primo evento di partenariato industriale a livello nazionale, figlio di diverse esperienze già avviate dall’Emilia al Lazio, che si inserisce nel piano strategico della presidenza di Vincenzo Boccia e ha l’obiettivo di mettere a rete piccole e grandi realtà industriali del nostro Paese e irrobustire un percorso di crescita in logica di filiera sia verticale sia orizzontale, incrociando i temi dell’innovazione». Con queste parole Antonella Mansi, vicepresidente Confindustria per l’Organizzazione, ha presentato a Venezia il nuovo progetto di networking e business matching delle imprese italiane (aperto a tutte, non solo alle associate) organizzato in collaborazione con Assolombarda e Sole 24 Ore, cheavrà il momento clou al Centro Congressi di Milano: qui il 7 e 8 febbraio 2019 Confindustria punta a riunire oltre 2mila imprese, tra espositori e visitatori, in un momento unico di «costruzione collettiva di valore», che sarà vetrina espositiva ma anche occasione di networking, B2B e aggiornamento.

Venezia è la prima di nove tappe del roadshow per presentare e coinvolgere le associazioni territoriali, che oggi toccherà Cagliari e Napoli, il 31 ottobre si sposterà a Milano e Torino per poi raggiungere Bari (5 novembre), Roma (6 novembre), Firenze (8 novembre) e Catania (9 novembre). «Connext non sarà solo una piazza fisica – precisa Mansi – ma anche una piattaforma virtuale, che accompagnerà tutto il cammino che inizia oggi e vivrà anche successivamente all’evento di Milano. Un marketplace digitale dove le imprese potranno entrare e continuare a scambiarsi progetti, conoscenza ed esperienze. Connext parte oggi e ci auguriamo avrà vita piuttosto lunga per sostenere pragmaticamente le imprese nei loro percorsi di crescita e internazionalizzazione».

Loading...

Quattro i driver tematici del progetto: la persona, la fabbrica, la città e il territorio. «Sono i grandi solisti dello sviluppo nazionale che creano ricchezza, lavoro e intelligenza per affrontare le sfide future. Il nostro obiettivo – precisa Stefan Pan, presidente del Consiglio delle rappresentanze regionali di Confindustria – è metterli assieme in un’unica orchestra per sprigionare il loro valore, troppo spesso dimenticati nel dibattito del Paese». Il progetto ha anche una dimensione internazionale, figlia della forte proiezione del made in Italy in Europa e nel Mediterraneo, e coinvolge anche imprese di Germania, Marocco e area balcanica.

«Siamo orgogliosi di ospitare la prima tappa di un progetto che dimostra la capacità di Confindustria di leggere il cambiamento e approcciare in modo nuovo il tema della rappresentanza e della valorizzazione industriale, aprendosi anche alle aziende non associate per diffondere l’innovazione e cercare e creare assieme nuovi strumenti per crescere», commenta Vincenzo Marinese, presidente Confindustria Venezia area metropolitana di Venezia e Rovigo. «A un anno dalle Assise di Verona, Connext è la dimostrazione concreta che l’identità di Confindustria, il più importante corpo intermedio del Paese, sa tradursi in strumenti operativi per stimolare la crescita e la competitività. Le grandi aziende saranno i catalizzatori delle realtà più piccole», conclude il presidente di Piccola industria, Carlo Robiglio.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti