CREATO PER CHECKOUT.COM

E-commerce, la prossima rivoluzione sarà nelle filiere dei pagamenti digitali

3' di lettura

Secondo l'Osservatorio “eCommerce B2C”, nel 2021 gli acquisti online valevano 39,4 miliardi di euro, un quinto più del 2020 ma con un divario ancora significativo rispetto al 2019. Se le limitazioni alla mobilità hanno penalizzato i settori di turismo e trasporti, frenando la crescita generale del mercato, l'emergenza sanitaria ha favorito la diffusione di una nuova idea di eCommerce impattando sui comportamenti di consumatori e sul mindset dei retailer.

Da un lato i top player sviluppano modelli omnichannel, dall'altro le Pmi muovono i primi passi in direzione della trasformazione digitale. I negozi cambiano, i retailer fisici liberano risorse da investire nell'online e i player nativi digitali puntano a sviluppare la rete di punti di presenza per costruire la relazione con il consumatore. Sempre più gettonati i siti di marketplace dove, secondo le previsioni di McKinsey, si riverserà il 50-70% del totale del commercio digitale. Nel 2021 si sono registrate 1,8 miliardi di visite mensili sulle prime cinque piattaforme europee e 2 trilioni di dollari sono stati spesi sulle prime cento piattaforme di marketplace a livello globale. E, se un 25% le percepisce come una minaccia, il 35% prevede di vendere più prodotti tramite quelle piattaforme.

Intanto, il numero di acquisti effettuati tramite dispositivi mobili ormai sfiora il 70% del totale, secondo i dati di Statista.com, e il dato continuerà a crescere man mano che la “generazione Z” si affaccia sul mercato.

Gli analisti sono concordi nel prevedere che i trend 2022 saranno legati al miglioramento dell’esperienza dell’utente e alla fidelizzazione. Si punta a sviluppare esperienze di acquisto senza soluzione di continuità. I clienti adoperano device e canali differenti per le ricerche, gli ordini e i pagamenti ma ovunque prediligono esperienze che garantiscano una relazione friendly con chi vende. Vanno in questa direzione gli investimenti crescenti in soluzioni digitali - come i chatbot o gli assistenti virtuali – e in sistemi di pagamento digitali e biometrici. Secondo gli analisti di Abi Research, più di 120mila negozi online useranno quest'anno l'AR, la realtà aumentata, per migliorare l'esperienza del cliente. Inoltre, per moltissimi consumatori è importante ricevere contenuti in live streaming sui social media relativi alle scelte d'acquisto.

Il Covid-19 ha anche accelerato il passaggio ai pagamenti contactless e digitali: Buy Now Pay Later, Strong Customer Authentication, paradigma dell'Open API, Request To Pay e Central Bank Digital Currency. Per le aziende diventa così centrale l'ottimizzazione dei tassi di accettazione e la comprensione delle esperienze dei clienti. Le modalità di pagamento sono uno degli aspetti principali dell'esperienza d'acquisto e la loro diversificazione è fondamentale per l'incremento dell'eCommerce. Un terzo delle grandi aziende ha denunciato perdite nel 2021 dovute a soluzioni di pagamento poco ottimizzate. Il 60% dei consumatori, inoltre, abbandona il carrello se non riesce a pagare con il suo metodo preferito. Per questo il 68% dei brand sta investendo in nuove e migliorate tecnologie di pagamento capaci di acquisire più vendite al checkout e proteggere da frodi e contestazioni di addebito.

Accanto ai metodi di pagamento locali cresce il ricorso a soluzioni BNPL e al microcredito considerati una delle tendenze chiave del 2022. Un quarto degli esercenti, secondo l'Economist, è già disposto a offrire pagamenti in valute digitali o a vendere NFT.

Le frodi “card-not-present” sono costate agli esercenti – dato First Data – 35,54 miliardi di dollari a livello mondiale nel solo 2020. Criptare il sito, aggiornare il software e potenziare l'autenticazione può fare la differenza.

Per proteggersi in un mercato sempre più competitivo, le aziende hanno bisogno di partner nella filiera dei pagamenti che offrano più della semplice elaborazione delle transazioni, che comprendano il modello di business, la propensione al cambiamento, le attitudini. La giusta strategia di pagamento rende un'azienda più adattabile, creativa, resiliente.

Un partner efficace è quello che fornisce consulenza complessiva, da come combattere le frodi a come penetrare nuovi mercati. Una combinazione tra tecnologia ed esperienza come quella che contraddistingue Checkout.com. La sua missione è di permettere alle aziende di prosperare nell’economia digitale fornendo soluzioni innovative e approfondimenti che aiutano a conoscere meglio le prestazioni dei pagamenti nella complessità di un mondo in continuo cambiamento.

La piattaforma di Checkout.com è in grado di affrontare ogni sfida di pagamento grazie a un monitoraggio continuo delle criticità nel settore e, in generale, dell'eCommerce, condividendo approfondimenti e producendo sondaggi tra addetti ai lavori e consumatori. Checkout.com, 1900 dipendenti in 19 uffici nel mondo, ha un team dedicato al mercato italiano. Il 3 e 4 maggio sarà tra i protagonisti, a Milano, di Netcomm Forum, evento di riferimento in Italia per approfondire e i temi dell'e-commerce, del digital retail e della business innovation.

Per maggiori informazioni e contatti visitate la pagina: Contact Our Sales Team - Checkout.com

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti