cloud gaming

Gaming, la guerra dello streaming è iniziata: Playstation Now a 9,99 euro

Playstation taglia i prezzi del suo servizio di streaming videoludico che a partire dal primo ottobre costerà 9,99 euro invece di 14,99 euro. Inzia la partita a scacchi con Google Stadia e l’industria dell’intrattenimento.

di Luca Tremolada


default onloading pic

4' di lettura

È iniziata ufficialmente la guerra della tariffe dello streaming. Playstation taglia i prezzi del suo servizio di streaming videoludico che a partire da ottobre costerà 9,99 euro invece di 14,99 euro. A un mese dal debutto di Google Stadia, il servizio di cloud gaming del gigante di Mountain View, il più grosso attore del videogioco mondiale aggiungendo giochi al suo catalogo online e si allinea con i prezzi dell’industria dell’intrattenimento.

I giapponesi che a breve dovrebbero annunciare l’arrivo sul mercato di Playstation 5 hanno accelerato i loro piani prima alleandosi con il rivale storico Microsoft per i servizi di cloud computing e oggi proponendosi sul mercato con una offerta aggressiva.

« L’obiettivo - spiega a Il Sole 24 Ore.com il vice presidente di Sony Interactive Entertainment, responsabile per gli store e servizi digitali Gordon Thornton - è quello di fornire tutte le modalità di fruizioni, quella del download e lo streaming per raggiungere meglio i giocatori appassionati di Playstation».

LEGGI ANCHE / Il cloud gaming in Italia? Più complesso delle partite di calcio in streaming

I vertici della Sony non vogliono insomma farsi trovare impreparati di fronte a quello che viene giudicata almeno sulla carta una rivoluzione nella distribuzione del videogioco. Come è stato per la musica e per i film lo streaming promette di cambiare le regole del gioco di questo mercato rendendo obsolete le macchine da gioco. In fisica come in economia nulla si crea e nulla si distrugge.

Tuttavia, la presenza oggi di Google e domani forse di Amazon ha in qualche modo rivitalizzato un mercato storicamente controllato dai tre colossi Sony, Microsoft e Nintendo. I primi due si sono attrezzati per garantire la trasmissione in diretta del gioco. Il terzo resta il più tradizionalista.

La strategia di Playstation resta però quella di puntare sulla vendita delle macchine da gioco, ad oggi ha più di 100 milioni di Ps4 di fatto continua a puntare sul digital download. «Dopo una fase lunga di test che ci ha portato a coprire con Ps Now 19 Paesi e il 70% della nostra base globale di utenti della Ps4 - precisa il manager - siamo pronti una strategia globale con il prezzo più competivo» .

La scelta del prezzo-totem di 9,99 euro è in linea anche con le scelte dell’industria dell’intrattenimento in senso lato. Apple, per esempio, per poco più di dieci euro al mese offre in abbonamento il servizio di giochi Apple Arcade e Tv+ dedicato alle serie tv. Netflix trasmette film, serie tv e documentari in streaming con tariffe a partire da 8 euro. Per il consumatore che vuole videogiochi, musica e film si prospetta una non facile scelta .

Playstation Now è stato lanciato a livello mondiale nel 2014. In Italia è arrivato solo a marzo di quest’anno. A livello gloabale in cinque anni sono stati venduti 70mila abbonamenti. Pochi se si considera la base installata di Ps4, moltissimi invece se si guarda ai numeri dei concorrenti. Dal lancio del servizio l’aumento medio annuale sarebbe di oltre il 40%. Ad oggi quella di Playstation è la libreria di giochi disponibil in streaming più ampia del mercato con 700 titoli.

L’abbonamento Xbox Game Pass (solo download) della rivale Microsof si ferma a oltre un centinaio titoli, costa 10 euro al mese ma sulla carta è la macchina da gioco che potrebbe avere (dopo Amazon) la “nuvola” più performante. In questo nuovo business infatti conterà e anche molto la capacità di garantire banda larga per alimentare giochi con una risoluzione a 4K. Google Stadia promette di arrivarci ma il suo catalogo non è ancora chiaro. Ad oggi Playstation nello streaming si ferma all’alta risoluzione.

Gordon Thornton, vice presidente Sony Interactive Entertainment

Le novità.●Il servizio Playstation Now si arricchisce inoltre di alcuni titoli PS4 tripla A di successo, disponibili per un periodo di tempo limitato, sia per lo streaming sia per il download. La nuova lineup, si legge nella nota, avrà campioni di incasso come Gta V, ▪God of War, Uncharted 4 e ▪Infamous Second Son.

Questi titoli sarano disponibili per tre mesi poi spariranno dal catalogo. La strategia è quella di aggiungere ogni mese nuovi giochi tripla A. In base all’andamento del titolo verrà deciso di volta in volta quando e se inserirlo in modo permanente nella libreria. L’altra novità è che ci sii potrà abbonarsi a Playstation Now anche dal punto vendita fisico.

Come funziona. L'abbonamento a Now permette di giocare in streaming a una vasta scelta di titoli su PS4 e su Pc Windows. Ma garantisce anche la possibilità di scaricare su PlayStation 4 i giochi per PS4 e PS2 da provare offline in risoluzione nativa. In questo caso, la connessione a Internet non è sempre obbligatoria. Il sistema farà un check di rete durante sette giorni, per verificare che l'utente sia ancora attivo. E basterà essere connessi almeno una volta per continuare a fruire del servizio senza problemi.

I titoli di PlayStation Now scaricati o selezionati per giocare in streaming compariranno sulla barra principale di PlayStation come qualsiasi altro gioco in nostro possesso. C'è da aggiungere che, relativamente al download, non vi è alcun limite. A patto di avere spazio a sufficienza: infatti il sistema consente ipoteticamente di scaricare tutti i titoli. Che rimarranno accessibili fino a quando si avrà un abbonamento attivo. Per uno streaming accettabile, le specifiche parlano di connessione minima a 5 mbps. La risoluzione massima dei giochi in streaming è 720p e la banda consigliata per usufruire del servizio senza problemi e limitazioni è 5Mbs. Per ora non ci sono progetti per passare a una risoluzione di 4k.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...