Innovazione.

E-learning e tecnologia per i brand di lusso Coty

<br/>Shopping experience virtuale con Omnisense sulle fragranze<br/>e una piattaforma social per connettere le professioniste in tutto il mondo

di Marika Gervasio


default onloading pic
Backstage di My Burberry

3' di lettura

«L’innovazione è fondamentale nel nostro settore ed è una delle caratteristiche che ci contraddistingue da sempre. Per questo motivo, ogni anno lanciamo molti progetti con i nostri brand e li promuoviamo attraverso diversi canali per raggiungere e coinvolgere i consumatori, dai media tradizionali e digitali alle iniziative di influencer marketing, dagli eventi alle attività in-store in collaborazione con i retailer»: Giuseppina Violante, marketing director di Coty Luxury Italy & Greece racconta come si muove uno dei maggiori player globali della beauty industry che, per quanto riguarda il segmento Luxury, nell’anno fiscale 2019 ha registrato globalmente 3,3 miliardi di dollari di ricavi pari al 38% del totale Coty, in aumento del 4,7% a pari perimetro, trainati da Europa e Almea (Asia, America Latina, Medio Oriente, Africa e Australia), dal travel retail e da una crescita a doppia cifra, per il secondo anno consecutivo, nei mercati emergenti per il lusso, Cina in particolare. Sempre a livello globale, la crescita è stata guidata dai marchi Burberry, Gucci, Calvin Klein, Hugo Boss e Marc Jacobs.

Il counter Gucci a La Rinascente Duomo Milano

E in Italia quali sono i prodotti più amati? «Abbiamo la fortuna di contare su un portfolio di brand così vario che è in grado di comunicare e attrarre consumatori diversi, per interessi, età, cultura, esigenze e ogni nuovo lancio viene accolto con grande interesse - continua la manager -. Il mercato è fatto di innovazioni, ma anche di grandi icone che durano negli anni. Cito ad esempio Chloé. La sua fragranza signature, nata nel 2008, si ispira alla rosa, ingrediente per antonomasia della profumeria femminile francese e coglie pienamente lo spirito della maison. La fragranza è diventata negli anni un punto di riferimento nella profumeria classica, continuando a raccontare la rosa con nuove sfaccettature in ogni sua successiva e affascinante versione, come la più recente, in negozio questo mese, Chloé L’Eau. Ancora oggi Chloé è uno dei profumi femminili più ricercati e amati dalle beauty lover italiane e mondiali».

Nel portafoglio luxury di Coty ci sono anche brand di skincare come Lancaster, da oltre 70 anni uno dei marchi più innovativi e autorevoli nella protezione solare. «Nei nostri laboratori nascono in ogni stagione formulazioni all’avanguardia che anticipano i trend - aggiunge Violante -. In particolare, nella stagione estiva, Lancaster è un riferimento per chi ama abbronzarsi e al contempo proteggere la propria pelle nel modo più efficace».

Dall’estate all’inverno, quanto peserà il Natale sulle vendite finali 2019? «È uno dei key moment per tutte le aziende beauty e il profumo è uno dei regali preferiti dagli italiani. Contiamo sulla forza delle nostre innovazioni e sulla varietà dei progetti per appassionare sempre di più i nostri consumatori e regalare loro nuove emozioni in un periodo dell’anno così speciale». E se si pensa alle Feste e a fragranze da regalare vengono subito in mente le profumerie che, così come le aziende produttrici, devono tener conto dei nuovi modi di acquistare e informarsi sui consumatori sempre più esperti ed esigenti. «Siamo molto attenti a osservare le tendenze che si manifestano sul mercato e anticipare i cambiamenti che si riflettono nel canale - afferma la manager -. Differenziazione ed esclusività del servizio sono parte integrante delle nostre strategie nell’approccio al cliente. Le tecnologie offrono enormi opportunità di innovare la shopping experience, sia in-store che online, attraverso ad esempio realtà virtuale e intelligenza artificiale. La comunicazione dei brand, inoltre, è più efficace, mirata e inclusiva grazie ai molteplici canali digitali di ascolto e dialogo diretto con il consumatore». Tra le innovazioni sviluppate da Coty a livello globale c’è Omnisense, un’esperienza multisensoriale nel punto vendita - non ancora arrivata in Italia - che unisce tatto, olfatto, suono e vista per un viaggio nel mondo delle fragranze, alla scoperta di quella che più ci si addice, attraverso la realtà virtuale.

Fondamentale, poi, il ruolo delle beauty advisor, che sono le prime influencer dei brand in profumeria. «Offriamo un programma di training di altissimo livello che integra strumenti digitali innovativi a sessioni frontali organizzate sul territorio dal team education dell’azienda - dice Violante -. L’Italia ha sperimentato per prima WeLiveBeauty un’innovativa piattaforma social di e-learning, successivamente adottata a livello internazionale, per connettere e supportare online le nostre professioniste di bellezza in tutto il mondo».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...