industria dolciaria

È Napoli la città più «dolce» d’Italia: prima per imprese. La classifica

Secondo i dati della Camera di commercio di Milano, Monza, Brianza, Lodi, Napoli guida la classifica delle città italiane con la maggiore presenza sul territorio di imprese dolciarie con 2.427 realtà, seguita da Roma e da Milano

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Secondo i dati della Camera di commercio di Milano, Monza, Brianza, Lodi, Napoli guida la classifica delle città italiane con la maggiore presenza sul territorio di imprese dolciarie con 2.427 realtà, seguita da Roma e da Milano


1' di lettura

Napoli guida la classifica delle città italiane con la maggiore presenza sul territorio di imprese dolciarie: il capoluogo partenopeo è in testa con 2.427 aziende (+ 7,7% in cinque anni), seguita dalla Capitale (1.875, +6,7%) e da Milano con 1.875, + 5,2%. In totale, nell’intera Penisola, le aziende di comparto attive nella produzione e commercio di prodotti da forno sono 40.483, mentre gli addetti sono circa 167 mila addetti, + 9% in cinque anni.

Panettone
La ricerca è stata realizzata dalla Camera di commercio di Milano, Monza, Brianza, Lodi in occasione della promozione del logo «Panettone tipico della tradizione artigianale milanese» e dell’evento «Happy Natale Happy Panettone», in programma a Milano, a Palazzo Bovara il 14 e 15 dicembre.

Il resto della classifica
La graduatoria per numero di imprese dolciarie registra poi Torino con 1.844, (+5% nell’ultimo quinquennio). Seguono con oltre mille imprese Palermo, Catania, Bari e con quasi mille Salerno. La città campana con un +11% perlatro risulta essere la prima per crescita tra i principali centri dolciari italiani. Per quanto riguarda il numero di addetti, invece, è al primo posto Milano, con oltre 9 mila, seguita da Roma con 7 mila circa, Napoli e Torino con circa 6 mila. La sola Lombardia, secondo i dati dell’ente camerale, offre lavoro, nel settore dolci, a oltre 25mila addetti, +9,8% in dieci anni, in quasi 5 mila imprese attive. Il business dolciario nella regione supera i 2 miliardi all’anno. Rilevato infine l’identikit dell’imprenditoria dell’arte bianca: in Italia su 40mila imprese, 12mila sono di donne, 4mila di giovani e 2mila di stranieri.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti