ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTRASPORTO AEREO

EasyJet, a Malpensa il primo A321neo meno inquinante

In crescita il fatturato del primo trimestre

di Mara Monti

default onloading pic

In crescita il fatturato del primo trimestre


3' di lettura

Sarà basato a Milano il primo Airbus 231neo che easyJet ha pianificato per l’Europa continentale. E’ il velivolo di nuova generazione della famiglia degli Airbus il più grande della flotta easyJet, potendo offrire 235 posti rispetto ai 186 del modello A320, circa il 30% in più rispetto ad un A320 e il 50% rispetto ad un A319.

Impegno per la sostenibilità ambientale

Oltre a trasportare più passeggeri, l’aereo è in grado di emettere il 15% in meno di CO2 per passeggero e di ridurre l’impatto acustico di oltre il 50% rispetto agli aeroplani della generazione precedente. Quello appena arrivato è il primo di quattro che easyJet intende basare in Italia e saranno utilizzati sulle destinazioni domestiche come Napoli, Catania e Bari, su destinazioni extra-europee come Marrakech e Tel Aviv e su rotte verso le principali capitali europee come Amsterdam e Parigi. Dal novembre 2019 easyJet ha cominciato a compensare le emissioni di CO2 dei suoi voli con progetti ecologici, iniziative che quest’anno costeranno 27-28 milioni di euro.

Altra prerogativa del nuovo velivolo è l'autonomia di volo, dato che con un pieno può percorrere fino a 7.400 Km. Con l'A321neo easyJet potrà «offrire più posti a sedere a tariffe più basse», ha spiegato il country manager Lorenzo Lagorio. Ad oggi la flotta di easyJet è composta da 335 aeromobili, di cui 34 A320 e 9 A321neo. A Milano Malpensa oltre ai 4 Airbus 321neo è previsto entro l’estate l’arrivo di un A320 in più, che porterà il totale della flotta milanese di easyJet a 22 aerei e il totale italiano a 36. «L’Italia - ha commentato Lagorio - è un paese chiave nelle strategie di investimento e di crescita della compagnia e lo dimostra la scelta di basare proprio a Milano Malpensa i primi quattro A321neo di easyJet Europe».

Sea: «Chi inquina di più pagherà di più»

«Sea ha a cuore il tema della sostenibilità, ben vengano i nuovi aeromobili come l'A321neo che riducono le emissioni di carbonio - ha detto l’amministratore delegato di Sea Armando Brunini alla presentazione del nuovo aeromobile di easyJet -.Proporremo ai vettori che utilizzano aeromobili di vecchia generazione - ha aggiunto - nuove tariffe in base alle quali chi inquina di più pagherà di più». Una decisione che attende «il via libera delle autorità».

Brunini ha poi ricordato che le emissioni degli aerei pesano per il 34% sul totale contro il 60% delle auto, un dato che spinge a puntare sul trasporto su rotaie per ridurre ulteriormente l’inquinamento. In questa direzione vanno gli investimenti in infrastrutture dalla nuova linea della metro verso Linate agli investimenti che saranno fatto su Malpensa in occasione delle Olimpiadi tutti nella direzione della sostenibilità ambientale.

EasyJet: risultati trimestrali segnali di miglioramento

Il fatturato di easyJet ha registrato un netto rialzo a 1,42 miliardi di sterline (1,67 miliardi di euro), in crescita nel primo trimestre del 9,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso grazie a un aumento dei passeggeri del 2,8 per cento. Come conseguenza la compagnia aerea stima di ridurre la perdita nel primo semestre e sul totale dell’esercizio, che si chiude il prossimo settembre, prevede un risultato «almeno in equilibrio». La perdita ante-imposte del primo semestre dovrebbe risultare minore del 2019 che era stata di 272 milioni di sterline. In termini di puntualità, easyJet riporta di aver annullato 1.274 voli, di cui 813 a causa degli scioperi in Francia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti