al via anche in italia

Ecco AppleTV+: quanto costa, come funziona e cosa aspettarsi

È il giorno di AppleTV+. Dal 1° novembre 2019 il servizio di video streaming in abbonamento dell’azienda di Cupertino è attivo anche in Italia. E raggiunge un po' tutti: Apple ha infatti scelto di svincolare il servizio Tv dai dispositivi

di Biagio Simonetta


Arrivano i nuovi AirPods Pro, le cuffiette di Apple che cancellano il rumore

3' di lettura

È il giorno di AppleTV+. Dopo l'era degli annunci, da oggi (1 novembre 2019) il servizio di video streaming in abbonamento dell'azienda di Cupertino è attivo anche in Italia. E raggiunge un po' tutti. A differenza del passato, infatti, Apple stavolta ha scelto di svincolare il servizio TV dai dispositivi. Non serve dunque avere un iPhone, un iPad o un Mac per vedere Apple TV+. L'applicazione è multipiattaforma, un po' come i competitor del settore (da Netflix ad Amazon Prime Video). Vediamo allora come funziona, cosa possiamo aspettarci e quali sono i costi.

Come funziona e quanto costa
AppleTV+ è, in sostanza, un nuovo servizio di video in streaming, che offre agli abbonati la possibilità di guardare i contenuti inediti sia online che offline, on demand e senza pubblicità. Per poter iscriversi è necessario recarsi sul suto ufficiale, all'indirizzo tv.apple.com/it. Qui è possibile inserire tutti i dettagli dell'account e completare la registrazione.

Chiaramente, per chi è già un utente Apple, la procedura è più semplice, perché è possibile usare i dati utilizzati per configurare i propri device Apple. Sullo stesso sito è possibile dare un'occhiata al catalogo (per ora non generosissimo). E magari fare un test del servizio, dato che per i primi sette giorni la fruizione è completamente gratuita.

Dopo la prima settimana, il costo mensile è di 4.99 euro. Come per la maggior parte delle piattaforme di questo mercato, la disdetta è immediata e senza vincoli. Inoltre, per i clienti che hanno acquistato un nuovo device come iPhone, iPad, Apple TV, Mac o iPod touch dallo scorso 10 settembre, c'è il diritto a un anno gratis.

Contenuti esclusivi
Il catalogo attuale di Apple TV+ non è vastissimo. Non aspettatevi, dunque, lo scroll infinito che fate su Netflix. Ma l'azienda di Cupertino si è focalizzata molto sul qualità ed esclusiva. Le casse di Apple, del resto, non piangono certo miseria. E consentono di stringere partnership per contenuti inediti con grandi firme hollywoodiane.

Per questo debutto, comunque, il catalogo prevede meno di 10 contenuti disponibili. E sono i seguenti: The Morning Show, See, For All Mankind, Dickinson, La madre degli elefanti, Helpsters, Lo scrittore fantasma e Snoopy nello spazio. Nelle prossime settimane arriveranno poi Servant, Truth Be Told e Hala.

Cosa aspettarsi
Come sempre, quando c'è di mezzo Apple, l'attesa è piena di grandi aspettative. Le possibilità economiche del gigante di Cupertino sono note. E non è un caso che in più circostanze si sia parlato dell'ipotesi che Apple potesse acquistare Netflix. Con AppleTV+, invece, proprio Netflix diventa il primo competitor.

Per ora la battaglia è impari, e per Apple sarà una sfida molto ostica. In tal senso è bene ricordare quanto accaduto in un mondo un po' parallelo, quello della musica. Con l'arrivo di Apple Music, qualche anno fa, in molti erano convinti che nel giro di poco tempo avrebbe annientato Spotify. Oggi, invece, Spotify continua ad essere l'app di musica in streaming più usata al mondo, e può contare su oltre 200milioni di utenti. Apple Music è cresciuta a dismisura, trovando il suo spazio, e negli Stati Uniti è la piattaforma di musica col maggior numero di abbonamenti a pagamento. Ma le imprese facili, in questi settori, non esistono. Anche se ti chiami Apple.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...