IDROGENO E FUEL CELL

Iveco: arriva Nikola Tre, il camion a emissioni zero

Si chiama Nikola Tre e sarà su strada entro il 2021 in versione full electric aioni di litio con 500 chilometri di autonomia e nel 2023 nella versione a idrogeno con celle a combustibile. Il modello arriva tre mesi dopo l’annuncio della partnership tra la start up americana e Cnh Industrial

di Filomena Greco


default onloading pic

3' di lettura

Indossa la livrea dell’Iveco S-Way ed entro il 2021 sarà sul mercato in versione full electric con batterie a ioni di litio mentre entro il 2023 arriverà la versione alimentata a idrogeno, cioè con fuel cell che a loro volta producono la corrente necessaria agli elettromotori. Il progetto è di Chn Industrial e Nikola, la start up americana che “promette” di rivoluzionare il mondo dei truck grazie ai sistemi di powertrain a zero emissioni. A Torino la presentazione di Nicola Tre, frutto di una joint venture al 50% e di un investimento da 250 milioni messo in campo da Cnh industrial.

Il lancio del nuovo truck segue di tre mesi l’annuncio della collaborazione tra Iveco, Fpt (brand powertrain del Gruppo) e Nikola durante il Capital Markets day di Cnh Industrial il 3 settembre scorso a New York. Una partnership che secondo il founder e ceo di Nikola Trevor Milton e Gerrit Marx, a capo dei Veicoli Commerciali e Speciali per Cnh Industrial, «riduce di mezzo miliardo i costi di sviluppo del progetto e taglia i tempi di almeno quattro anni», grazie alla capacità produttiva di Cnh necessaria a industrializzare i nuvi modelli e il know-how nelle tecnologie fuel cell di Nikola.

Iveco Nikola Tre, il camion a emissioni zero a idrogeno o a ioni di litio

Iveco Nikola Tre, il camion a emissioni zero a idrogeno o a ioni di litio

Photogallery17 foto

Visualizza

Entro il terzo trimestre dell’anno prossimo è prevista la fase di test su strada del Nikola Tre in versione Bev (Battery electric vehicle) con una capacità totale fino a 720 kWh, poi sempre tra 2020 e 2021 sarà sviluppato il prototipo della versione fuel cell (Fcev - fuel cell electric vehicle) che sarà poi testato da una rete di clienti selezionati. Il powertrain avrà una poteza di 480 kW di energia e unacoppia massima di 1,800 Nm.

A partire dal 2021 sarà in vendita la versione elettrica a batteria (BEV – Battery Electric Vehicle), dal 2023 la versione elettrica a celle a combustibile (FCEV – Fuel Cell Electric Vehicle). Entrambe le versioni saranno predisposte per i più avanzati livelli (4 e 5) di guida autonoma.

L’idea è di realizzare un sistema modulare dove batterie a ioni di litio e fuel cells saranno integrabili. Per Cnh Industrial l’operazione vale 250 milioni di investimento e sarà Fpt, azienda del Gruppo specializzata nello sviluppo e la produzione di motori, insieme a Bosch a realizzare sistemi e componenti.

Saranno prodotti in Europa i nuovi modelli sia elettrici con batterie a ioni di litio sia quelli a idrogeno anche se è ancora troppo presto per capire in quale stabilimento. La linea Iveco S-Way ha la sua base produttiva in Spagna, mentre i veicoli commerciali medi e quelli leggeri sono prodotti in Italia, ma molto dipenderà dalla capacità dei mercati di assorbire la nuova linea a zero emissioni.

L’obiettivo dell’operazione è di «rompere gli schemi sul mercato del trasporto pesante», come sottolinea Milton, mettendo in campo due motorizzazioni con autonomia fino a 500 chilometri per la versione elettrica a batteria e fino a mille chilometri per quella a idrogeno con celle a combustibile.

«Saremo in grado di pareggiare e superare le performance del Diesel» sottolinea Gerrit Marx. Il modello della futura rete di distribuzione di idrogeno, a cominciare dall’Europa, sarà costruito sulla base di quanto già realizzato da Cnh con i distributori di gas naturale. Basteranno però, questa è la stima, settanta stazioni per coprire l’intera rete europea e 10-15 minuti per fare il pieno.

«Abbiamo già ricevuto molti ordini per Nikola Tre, più di quanto siamo in grado di produrne al momento, in particolare Germania, Norvegia e Italia» ha detto il ceo di Nikola Trevor Milton, che ha poi spiegato che il nome scelto dalla società, con base in Arizona, si ispira all’inventore Nikola Tesla, esattamente come il nome scelto da Elon Musk. Naturale allora la domanda: Volete diventare la Tesla dei Truck? «Vogliamo fare nel mondo dei camion qualcosa di mai fatto prima» la risposta.

Per approfondire:
I nuovi carburanti piacciono soprattutto al trasporto merci
Cnh separa Iveco dal 2021 e investe nei camion a idrogeno

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...