i flussi di swg

Voti da M5S e centrodestra: così Bonaccini ha sconfitto la Lega di Salvini

Astensione, Movimento Cinque Stelle e centrodestra: ecco il bacino di voti che il candidato di centrosinistra è riuscito ad attrarre

di Mariolina Sesto


Citofonare Emilia

2' di lettura

Lo chiamano già “fenomeno Bonaccini”. Ma come ha fatto l’ex e neo presidente dell’Emilia Romagna a fare il pieno di voti? Secondo i flussi elettorali elaborati da Swg Bonaccini è riuscito a conquistare innanzitutto chi alle Europee si era astenuto, in secondo luogo ha intercettato i voti in libera uscita del Movimento Cinque stelle. E, cosa abbastanza sorprendente, ha calamitato anche un 7,1% di voti provenienti dal centrodestra.

Chi ha votato Bonaccini
Il 17,7% di chi ha votato per Stefano Bonaccini, alle precedenti elezioni (le Europee 2019) si era astenuto; il 9% aveva votato M5S e il 65% aveva già votato per il centrosinistra. L’elemento di grande novità è che il 7% degli elettori che lo scorso anno avevano votato il centrodestra (di cui il 4% della Lega), alle regionali hanno cambiato nettamente direzione scegliendo il candidato di centrosinistra.

IL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA STEFANO BONACCINI

Voti in entrata

IL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA STEFANO BONACCINI

Borgonzoni non va oltre il centrodestra
La candidata scelta da Salvini non riesce a conquistare più elettori rispetto a quelli di centrodestra. Anzi, nel confronto con le elezioni europee del 2019, Lucia Borgonzoni perde qualche voto. Infatti, il 44,3% ottenuto dai partiti di centrodestra alle Europee 2019 si sono ridotti al 43,6% delle regionali 2020.

LA CANDIDATA DI CENTRODESTRA LUCIA BORGONZONI

Voti in uscita

LA CANDIDATA DI CENTRODESTRA LUCIA BORGONZONI

La Lega perde qualche consenso verso Fdi
La Lega passa dal 33,8% delle Europee 2019 al 32% delle regionali. Dove sono finiti i voti in uscita? L’8,1% dei voti leghisti dello scorso anno sono andati a Fdi, il 4% sono andati ad altre liste di centrodestra, il 4% ha votato Pd o lista Bonaccini, il 15,5% non ha votato e il 68,4% è rimasto fedele alla Lega.

I flussi di ingresso al Pd
Il Pd è passato dal 31,2% al 34,7%. A chi ha rubato voti? Il 12,8% dei voti sono arrivati dall’astensione, il 6,7% dal M5s, il 3,9% da partiti del centrodestra, il 6,8% da altri partiti

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...