ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMercati

Gas, petrolio e materie prime: ecco come investire. Ma attenti ai rischi

Anche a Milano sono quotati gli strumenti che replicano l'andamento delle materie prime (Etc) e alcuni di loro guadagnano oltre l'80% da inizio anno: come funzionano e quali sono i rischi che si possono nascondere

di Andrea Gennai

Gas, firmata intesa tra Italia e Congo

3' di lettura

Le materie prime sono le grandi protagoniste sui mercati finanziari in questo primo scorcio del 2022. Con le obbligazioni in caduta libera e le azioni che non brillano più come lo scorso anno, le commodity macinano guadagni. Da inizio anno l’indice Crb – che sintetizza una ventina di materie prime – sale del 33 per cento. Un movimento che era partito già nel 2021 e che ha registrato una decisa accelerazione dopo lo scoppio della guerra in Ucraina.

Gli Etc

Tutto quanto sta accadendo attira sempre di più l’attenzione dei piccoli risparmiatori. Investire sulle commodity non è più un mestiere da professionisti come poteva essere 30 anni fa. Oggi anche a Piazza Affari sono quotati strumenti, denominati Etc (Exchange traded commodity), che consentono di replicare le principali materie prime anche con piccoli importi. Alcuni di loro guadagnano più dell’80% da inizio anno e questo attira l’attenzione dei piccoli risparmiatori. Qui sta l’arma a doppio taglio. La facilità di accesso, i costi contenuti e le piccole somme richieste invogliano molti investitori a tentare la strada dell’investimento “esotico”, comprando grano, rame o palladio. Ma investire in materie prime è molto complesso e soprattutto questi strumenti, per motivi tecnici, non replicano mai fedelmente l’andamento della materia prima sottostante. Attenzione poi a cosa si compra. Ad esempio, il sottostante di riferimento utilizzato per investire sul gas, che va tanto di moda, è quello americano e non quello europeo trattato in Olanda.

Loading...

I future

Da inizio anno il gas naturale americano è raddoppiato, il petrolio Wti è balzato del 35% mentre per l’oro il rialzo è più contenuto (+7,5%).

Gli scambi sulle commodity sulle principali piazze internazionali si realizzano attraverso contratti derivati ovvero i future. Si tratta di contratti a termine per la consegna a una determinata scadenza di un prodotto (grano, petrolio, eccetera). Non tutti i risparmiatori possono o vogliono accedere a questi mercati che richiedono un’attenzione costante a partire dal mantenimento dei margini sui derivati. La nascita degli Etc cerca di ovviare a questo problema per chi non ha tempo, voglia e spesso competenze per seguire i future.

I problemi degli Etc

Tutto questo però ha un costo. Gli Etc sono costruiti agganciandosi solitamente al primo future quotato, quando si avvicina alla scadenza passano su quello successivo. In questo passaggio spesso si creano dei disallineamenti anche importanti tra prezzo dell’Etc e quotazioni della materia prima. Questi fenomeni si osservano su orizzonti di medio e lungo termine: a esempio su un periodo di 3-5 anni non sorprende di vedere che uno strumento che investe in una materia prima come petrolio o grano sia disallineato del 20 o 30% rispetto ai prezzi della stessa commodity mentre per l’oro questo problema non si verifica, essendo una materia prima stoccabile per lungo tempo e quindi non soggetta all’effetto dei derivati.

GLI STRUMENTI

La performance dei migliori Etc a Piazza Affari da inizio anno. Var %

Loading...

Le sorprese negative possono essere sempre dietro l’angolo per chi si approccia a questi strumenti senza studiare attentamente i meccanismi di funzionamento.

Meglio avere orizzonti di investimento di breve termine: in fasi come quella attuale dove c’è forte richiesta di commodity e i future con scadenza ravvicinata quotano molto di più delle scadenze successive, allora si possono anche trarre dei vantaggi. Non bisogna poi dimenticare che le commodity sono quotate soprattutto in dollari e quindi le oscillazioni del biglietto verde possono impattare in positivo o in negativo anche sugli Etc trattati a Milano.

A CONFRONTO

Prima scadenza da inizio anno. Prezzo in dollari

Loading...

L’uso della leva

A complicare il quadro c’è l’uso sempre più crescente di strumenti a leva, vale a dire Etc che amplificano le quotazioni del sottostante per 2 o tre volte. Quindi se il petrolio balza del 10% il mio guadagno può essere anche del 20 o del 30%, ma attenzione si possono amplificare anche le perdite se l’investitore ha sbagliato la scommessa sulla direzionalità del mercato.

A volte il movimento della materia prima può essere talmente violento da azzerare il valore dello stesso Etc a leva (recentemente sono successi casi sul nickel e due anni fa accadde sul petrolio Wti).

Insomma, per destreggiarsi sui mercati delle commodity bisognare essere ben coscienti delle complessità degli strumenti che si acquistano usandoli con moderazione.

+100%
Gas naturale
Da inizio anno le quotazioni del gas americano hanno beneficiato della maggiore richiesta dopo le sanzioni russe

+40%
Frumento
L'Ucraina è tra i maggiori produttori di cereali e in particolare grano e la guerra ha fatto schizza i prezzi a Chicago

+25%
Palladio
La Russia è tra i maggiori esportatori del metallo e le sanzioni hanno fatto balzare le quotazioni al Nymex

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti