gopillar

Ecco come ristrutturare un bilocale da affittare a studenti universitari

di Emanuela Furone


default onloading pic

3' di lettura

Uno dei tagli più apprezzati dagli studenti universitari o dai giovani lavoratori che si spostano in un’altra città e sono alla cerca di immobili in affitto è sicuramente il bilocale, che, seppur in spazi concentrati, permette di non rinunciare alla divisione funzionale della casa in zona notte e zona giorno. Se ben organizzato e arredato un bilocale può rappresentare una rendita sicura capace di ammortizzare in poco tempo i costi di ristrutturazione, soprattutto in mercati immobiliari grandi, come Roma o Milano.

Proprio al fine di creare un appartamento funzionale e facile da affittare, un proprietario di casa ha recentemente aperto un concorso di progettazione sulla piattaforma online per l’architettura GoPillar, che permette a chi deve ristrutturare di ricevere decine di progetti diversi tra cui scegliere quello migliore da andare a realizzare.

Il progetto risultato vincitore in questo caso è stato quello proposto dalla designer sarda Marta Bonesu, che tende a sfruttare al massimo del loro potenziale tutti gli spazi a disposizione sfruttando l’altezza dell’appartamento e attraverso l’utilizzo di alcuni mobili e strutture in legno su misura.
L’appartamento risulta composto da un’area giorno, una camera da letto e un bagno divisi tra loro grazie a un piccolo disimpegno ma che risultano in comunicazione visiva grazie all’uso di tramezzi divisori composti, nella parte superiore, da lastre di vetro che non interrompono lo sguardo e che permettono alla luce di filtrare da una stanza all’altra. Il soggiorno realizzato a forma di “L” permette di creare subito davanti alla porta un’area “cuscinetto” e di servizio in cui inserire mobili contenitori che possano fungere da guardaroba e scarpiera. A sinistra della porta si apre un unico spazio aperto in cui la divisione funzionale tra cucina e zona pranzo/relax avviene grazie alla presenza di una pedana, su cui è collocato il mobile cucina, formalmente isolato dal resto dello spazio.

Anche il progetto arrivato in seconda posizione, dell'architetto Marco Galli, presenta una soluzione interessante. Qui si è deciso di preservare il più possibile la struttura originale, di ridurre al minimo la creazione dei tramezzi interni, e di creare conseguentemente una sorta di unico grande open-space.
L’appartamento così creato ruota intorno al muro portante già posizionato al centro dello spazio, a cui viene appoggiato il modulo cucina da un lato e un grande armadio a contenitore dall’altro. L’idea del designer è quella di creare uno spazio minimalista, riducendo al minimo l’ingombro degli arredi, ma in cui le funzioni si sovrappongano, permettendo in questo modo di sfruttare sempre interamente lo spazio in tutti i momenti della giornata.
A tal fine nella zona living viene installato un letto a soppalco regolabile che, sfruttando l'altezza dell’appartamento, permette di sfruttare questo spazio sia di giorno per accogliere gli ospiti che di notte come camera da letto. L’arredamento scelto è per la maggior parte pensile o comunque da accostarsi al muro, in modo da lasciare più spazio possibile centralmente per muoversi in entrambe le stanze della casa.

Infine, la soluzione proposta dalla designer iraniana Ghazal Kakhsari sviluppa l'intera zona notte in altezza per massimizzare lo spazio a disposizione, posizionando il modulo letto su un soppalco chiuso da ante scorrevoli che funge anche da ampio armadio guardaroba. In questo modo l’area living può occupare la maggior parte dell’appartamento e risultare spaziosa e accogliente. La parete cucina, interamente attrezzata, è corredata da una porta a soffietto che si può usare all’occasione per coprirla allo sguardo degli ospiti. Nella parte centrale è stato posizionato un tavolino consolle a due posti con possibilità di essere allungato fino ad un massimo di 6 posti in modo da non intralciare la zona salotto composta da un comodo divano ad angolo, poltroncina e coffee table.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...