gopillar

Ecco come rivoluzionare la camera dei bambini (senza spendere troppo)

di Emanuela Furone

default onloading pic


2' di lettura

Quando si rinnova un appartamento, spesso si dedica particolare attenzione agli spazi dedicati ai figli, cercando di sfruttarli al meglio, anche quando limitati, per permettere ai più piccoli di avere il giusto comfort abitativo abbinato ad un design moderno che favorisca la creatività. Ovviamente senza dimenticare di tenere sotto controllo il budget. Per farsi aiutare in questa sfida una famiglia ticinese ha deciso di aprire un contest di progettazione architettonica sulla piattaforma online GoPillar.com ottenendo in questo modo 20 diversi progetti di interior design tra cui scegliere.

L'idea che si è aggiudicata la vittoria è quella proposta dall’architetto Giulia Sorbello che ha deciso di utilizzare l’altezza della stanza per creare un mini soppalco dove posizionare uno dei tre letti e la relativa scrivania. Il progetto della designer nasce dall’idea di voler creare tre mini-spazi intimi, ciascuno per ogni bambino, e un’area comune centrale dedicata al gioco. A tal fine sono state create tre casette su misura in legno con la parete di sfondo in laminato magnetico in modo da poter essere personalizzate da ciascun bambino in ogni fase della sua crescita. Al fine di non appesantire troppo la camera e di amplificare la sensazione di spaziosità e luminosità, si predilige l’uso dei toni del bianco e del legno chiaro per il resto degli arredi e per le finiture, comprese pareti e parquet.

Il design nella camera dei bambini

Il design nella camera dei bambini

Photogallery26 foto

Visualizza

La proposta della designer statunitense Pardis Hoshdar concepisce lo spazio in maniera più minimal e facile da manutenere. Essa infatti posiziona un triplo letto a castello lungo uno dei lati della camera in modo da lasciare ampio spazio per il posizionamento tutto intorno di armadi, scaffali, scrivanie e per la creazione di uno spazio centrale di gioco.
In questo modo l'arredo si riduce al minimo e i protagonisti diventano i colori e i complementi d'arredo usati. Per rendere lo spazio vivace e creativo, infatti, sono stati creati disegni geometrici con campiture pastello sulle pareti che rappresentino le forme essenziali della natura, montagne, nuvole eccetera; il tutto viene accompagnato da elementi giocosi quali lampade a forma di palloncino, cassetti con pomelli colorati, tappeti con disegni e piccole strutture a mo' di tende da campeggio, facilmente reperibili presso qualsiasi Ikea.

La soluzione presentata da Paola Mori cerca di rendere più razionale la disposizione dei mobili in modo da ottenere sia spazio utile, sia spazio libero per i bambini. In questa ipotesi si realizzano due spazi “separati”: uno per la ragazza e uno per i ragazzi. Ai ragazzi è riservato un mobile unico disposto centralmente composto da un’armadiatura e un letto a castello, mentre un altro letto è disposto lungo una delle pareti perimetrali per ospitare la ragazza. Il design utilizzato qui è meno giocoso e più moderno in vista della prossima crescita dei bambini.
Nel progetto possiamo vedere componenti e pezzi d'arredo in perfetto stile contemporaneo con tendenze scandinave, quali i faretti incassati al muro usati per l'illuminazione serale, tappetini di eco-pelliccia bianca, stand appendiabiti e cassettiere componibili per riporre abiti e giochi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti