Videogiochi

Ecco Pokémon Let’s Go. La prima volta dei mostriciattoli su Nintendo Switch

di Luca Tremolada


default onloading pic

2' di lettura

I Pokémon invadono il salotto di casa. I piccoli mostriciattoli inventati da Satoshi Taijiri 22 anni sono una delle ultime icone dell’industria del videogioco. Oggi debuttano per la prima volta sulla console Nintendo Switch e l'intento sembra quello di gettare un ponte tra il successo planetario dell'app per smartphone Pokemon Go e i giocatori affezionati di Pikachu ed Eevee. Le citazioni non sono causali visto che parliamo di due titoli (Pokémon Let's Go Pikachu e Pokémon Let’s Go Eevee) formato famiglia, leggeroni e disinvolti che magari – lo scriviamo subito - faranno storcere il naso ai culturi della serie più interessati agli aspetti competitivi. Hanno però l’indiscusso pregio di riportare il giocatore ai tempi del GameBoy, allo spirito di puro collezionismo che ha spinto piccoli e grandi a spendere ore di tempo per acchiapparli tutti e popolare il proprio Pokedex .

Come funziona Pokémon Let's Go

Come funziona Pokémon Let's Go

Photogallery5 foto

Visualizza

Per i cultori della serie siamo dalle parti di Pokémon Giallo, e si parte sempre da Biancavilla. La scelta sembra quella di mettere insieme tanti elementi del passato. Ci sono i riferimenti alle serie di cartoni animati dal titolo Pokémon lanciata nel 1997, c'è un senso turistico di scoperta, la caccia di nuovi pòket-monster e il brivido della sfida all'allenatore di turno. Grande attenzione è stata riposta per la cattura degli animaletti. Si usa il controller simulando il lancio della sfera bianco-rossa. Naturalmente si può giocare in coppia e cooperare nella fasi di cattura.

Pokémon: Let's Go, Pikachu! e Pokémon: Let's Go, Eevee!, il trailer

Mentre gli scontri “Pokémon a Pokémon” sono piuttosto conservativi: gli sviluppatori di Game Freak che hanno preso in mano questa produzione non sembrano avere voluto stressare più di tanto la componente di gioco di ruolo come anche i tecnicismi legati al potenziamento dei nostri animaletti. Sarà invece possibile coccolare con il controller Pikachu ed Eevee mentre l'aspetto gestionale della squadra è in un certo semplificato, forse proprio per accompagnare la transizione di chi ha scoperto i Pokémon con lo smartphone in mano. I richiami a Pokémon Go sono molteplici e sotterranei. I due giochi si parlano fortissimo, è possibile infatti trasferire i Pokémon scoperti per la prima volta a Kanto nelle due versioni dei giochi per console.

La Poké Ball Plus. Novità vera è invece rappresentata dalla possibilità di acquistare la palla per catturare i mostricciattoli. Può funzionare da controller e interagire con la console ma può essere anche indossata per andare a spasso. Agitandola la pallina vibra e diventa luminosa emettendo il richiamo della creaturina al suo interno. L'oggetto è realizzato con cura. Per appassionati di oggi e di ieri.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...