ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEmergenza Covid

Ripresa dei contagi, ecco la top 10 delle province con più casi: Nordest record

In testa Trieste, Bolzano e Gorizia. Ma nei primi dieci posti ci sono anche quattro province del Veneto

di Andrea Gagliardi

articolo corretto alle 20,30 del 17 novembre 2021

Covid, nuove regole per i "No pass". Lamorgese: "Tutelare tutti"

2' di lettura

La quarta ondata del Covid ha il suo epicentro nell’Italia settentrionale e più nello specifico nel Nordest. La conferma arriva dai dati dei casi registrati a livello provinciale. Otto delle dieci province con la più alta incidenza di contagi sono concentrate tra Friuli Venezia Giulia, Alto Adige e Veneto. Tutte e dieci si trovano nel Nord Italia.

Il primato di Trieste e il caso Gorizia

Con i suoi 707 casi settimanali ogni 100mila abitanti Trieste è al primo posto in Italia per incidenza di contagi. Ma nel gruppo di testa (al terzo posto) c’è un’altra provincia giuliana: Gorizia a quota 406. Entrambe epicentro nelle scorse settimane della protesta dei no green pass. Ma soprattutto caratterizzate da scambi continui con Slovenia e la Croazia: Paesi dove i contagi sono fuori controllo (oltre mille casi settimanali ogni 100mila abitanti in Slovenia e 900 in Croazia).

Loading...
La mappa del Coronavirus in Italia e nel mondo
Loading...


Situazione preoccupante in Alto Adige

Al secondo posto, in base ai dati rielaborati da Lab24, c’è la provincia autonoma di Bolzano (a quota 407), caratterizzata peraltro da uno dei più bassi tassi di vaccinazione degli over 12 (78% rispetto a una media nazionale dell'84,3 per cento). Non a caso la regione è a un passo dalla zona gialla con un tasso di ospedalizzazione di pazienti Covid in terapia intensiva al 10% e nei reparti ordinari al 14 per cento. E il governatore altoatesino Arno Kompatscher ha invocato il modello dell’Austria dove, da lunedì, i non vaccinati - anche se testati - non possono più accedere a bar e ristoranti, alberghi, parrucchieri, palestre e teatri). Si tratta del modello 2-G, che sta per “geimpft oder genesen” (vaccinato oppure guarito), in sostanza esclude i non immunizzati dalla vita sociale.

La classifica provinciale

Al quarto posto (e non al quarto e quinto posto come scritto in precedenza) troviamo una provincia romagnola: Forlì-Cesena (230). Si tratta di un caso «isolato», ma l’Emilia Romagna è comunque una regione (non due regioni come indicato in precedenza) con contagi in crescita: oltre quota 100. I successivi quattro posti della top ten sono tutti appannaggio di province venete. Rispettivamente Padova (193), Treviso e Venezia (160), Vicenza (159). Del resto il Veneto con 154 nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti è, a livello regionale, al terzo posto (dopo Alto Adige e Friuli) per incidenza di contagi. Al nono posto torna una provincia friulana, Udine (154). Chiudono Ravenna in Emilia Romagna (non in Liguria come indicato precedentemente) e Fermo (151).

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti