Musica dal vivo

Ed Sheeran e Phil Collins, la sottile linea pop

di Francesco Prisco


default onloading pic

3' di lettura

L’ultimo grande fenomeno del pop globale, un grande vecchio del rock, il leone del grunge, i reduci dell’era post punk. Ed Sheeran, Phil Collins, Eddie Vedder, i Cure e Johnny Marr. Una settimana della musica dal vivo coi fiocchi da un capo all’altro del Paese quella che si apre questo weekend, con appuntamenti davvero per tutti i palati. Partiamo dalla curiosa «sottile linea pop» che unisce Halifax a Chiswick.

L’invincibile Ed Sheeran
Il performer più atteso è senza dubbio Sheeran, 28enne prodigio con all’attivo una sfilza di record a illustrarne il curriculum: il piccolo grande Ed si esibirà venerdì 14 giugno alla Visarno Arena per Firenze Rocks (in cartellone anche gli Snow Patrol, Zara Larsson e Matt Simons), domenica 16 allo stadio Olimpico di Roma, mercoledì a San Siro (ad aprire i suoi concerti nella Capitale e a Milano sarà James Bay). A luglio è attesa la pubblicazione di No. 6 Collaborations Project, sesto album in studio destinato a far rivivere i fasti di Divide, disco che ribaltò le classifiche internazionali grazie alla potenza di tormentoni come Shape of you e Perfect. Intanto il ragazzo si gode gli stadi sold out.

Phil Collins, «ancora vivo»
Graditissimo ritorno per chi negli anni Settanta ha seguito la parabola dei Genesis e negli Ottanta non ha disdegnato qualche abboccamento melodico quello di Phil Collins che il 17 giugno porta al Forum di Assago il «Still Not Dead Yet Live 2019». Con oltre 100 milioni di dischi venduti al suo attivo, album al primo posto nelle classifiche mondiali e canzoni che hanno fatto da colonna sonora a milioni di vite, Phil è una leggenda il cui lavoro continua a raccogliere apprezzamenti da parte delle nuove generazioni di artisti che traggono ispirazione dalla sua incredibile carriera. Ha fatto ritorno al mondo del live con una serie di concerti sold out in Europa, seguiti da impressionanti tour in Nord e Sud America. Ha iniziato a farsi conoscere prima come batterista e poi come frontman dei Genesis, debuttando come solista con l’album Face Value del 1981, quello della hit In The Air Tonight.

Eddie Vedder, testimone grunge
Si rivede a queste latitudini pure Eddie Vedder, front leader dei Pearl Jam che ormai alterna con successo tour solisti ad apparizioni con la band che ha scritto la storia del movimento grunge. Qui da noi, in tutte le vesti, viene sempre accolto con grande calore: sabato 15 giugno, all’Ippodromo del Visarno, sarà headliner di «Firenze Rocks» (nella stessa giornata Glen Hansard, Nothing But Thieves, The Struts, The Amazons e Jameson Burt), mentre lunedì 17 giugno lo rivedremo a Barolo per «Collisioni Festival». Chi ricorda con affetto la stagione post punk e tutto ciò che ne è derivato (movimento dark compreso) domenica 16 giugno si darà appuntamento ancora al «Firenze Rocks» per il ritorno dei Cure. Nella stessa serata si esibiranno anche Sum 41, Editors, Balthazar e Siberia.

Tra Jonnny Marr e i Dream Syndicate
Gli appassionati della stagione post punk avranno anche due occasioni per vedere da vicino un «pezzo» di Smiths, tra le band più influenti dell’Inghilterra alternativa anni Ottanta: il chitarrista Johnny Marr si alternerà tra la Rocca Malatestiana di Cesena (18 giugno) e l’Anfiteatro del Vittoriale di Gardone Riviera (20 giugno). Se vi piace l’hard & heavy, mercoledì 19 giugno ci sono i Def Leppard al Forum di Assago, mentre per gli irriducibili del Paisley Underground abbiamo il ritorno dei Dream Syndicate di scena all’Argo16 di Venezia (16 giugno), alla Corte della Mole Vanvitelliana di Ancona (18 giugno), al Circolo Magnola di Segrate (19 giugno), all’Arena Cappuccini di Cesenatico (20 giugno), al Teatro Astoria di Fiorano Modenese (21 giugno) e al Monk di Roma (22 giugno).

Il Latin pop di Alvaro Soler
Latin pop scala-classifiche con Alvaro Soler allo Stadio Stirpe di Frosinone (20 giugno) e in ultimo Jake Clemons, sassofonista nipote ed «erede» (sul palco con Bruce Springsteen ) dell’indimenticabile Clarence Clemons. Suonerà al Mind Studios di Civitanove Marche (14 giugno), ad Accadia Blues (15 giugno), al Chiostro del Carmine di Lugo di Romagna (16 giugno), alla Lambruscheria Ca’ Berti di Castelvetro (18 giugno), al Libritidudine di Lissone (20 giugno), alle Storie di Cortile di Inverigo (21 giugno) e al Settimo Street Parade di Settimo Torinese (22 giugno).

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...