teatro

Edipo Re, con il Kerkís il classico è una certezza

di Stefano Biolchini


default onloading pic

2' di lettura

Il Kerkís è forse lo spazio più colpevolmente trascurato dai grandi media nel cartellone teatrale meneghino. Perché quando il teatro classico lo si fa con un’attenzione filologica che ha del pregiato maniacale, il risultato non può essere che di alto livello. Prendiamo a caso l’Edipo Re, ultimo omaggio a Sofocle che l’Associazione Kerkís, Teatro Antico in Scena (fondata nel 2011 da un gruppo di docenti, studenti ed ex studenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con la finalità di promuovere la messinscena di spettacoli della tradizione classica greca e latina) porta avanti fino al prossimo 9 aprile. Si tratta di un’occasione imperdibile per avvicinarsi al testo di una fra le più complesse tragedie di sempre (Aristotele la definiva a ben vedere la “tragedia perfetta”) che gli allievi della Cattolica Simone Mauri, Giulia Quercioli , Stefano Rovelli e Federico Salvi recitano con sapiente padronanza, forti della direzione drammaturgica di Elisabetta Matelli, docente di Storia del Teatro greco e latino e di Retorica classica nell’ateneo, e con la regia misurata e sottile di Christian Poggioni.

Con fare disinvolto e un amore contagioso per la classicità la Matelli, appena prima che lo spettacolo abbia inizio (e la sua incursione è un dotto spettacolo nello spettacolo) spiega come l’Edipo anticipi “il nostro dramma poliziesco” e vieppiù come l’adesione alla rappresentazioni greche pretenda “la presenza in scena di soli tre attori”, per poi concentrare molte delle metafore sottese a Edipo in osservazioni in grado di fissare - come in cammei iridescenti - le sottigliezze di un testo e trama complessi ed eterni.

Il pubblico (ed è un pubblico giovanissimo e attento di studenti e appassionati) ripaga ben oltre i meritati applausi; è emozionalmente partecipe, quasi popolo di Tebe, nel corso di una rappresentazione che (al netto di ovvie ristrettezze d’impianto o i più classici - e ininfluenti - attoriali inciampi di parola) al meglio interpreta la magia del teatro. I ragazzi dei licei classici milanesi e molti insegnanti lo sanno da tempo, ma il Teatro San Lorenzo alle Colonne, nel centralissimo Corso di Porta Ticinese, merita una ribalta che fin troppo avara non premia quanto deve il lavoro di chi il Teatro classico lo conosce per davvero ed è in grado di emozionare i grandi, e vivaddio i più giovani, perfino giovanissimi. Missione compiuta per questo Edipo Re.

A chi scrive non resta che consigliarlo come un evento imperdibile per queste serate di primavera.

Sofocle, Edipo Re, Kerkís, Teatro Antico in scena, Teatro San Lorenzo alle Colonne, Milano.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...