bilanci

Effetto coronavirus, il gruppo L’Oréal chiude il primo trimestre in calo

Da gennaio a marzo vendite per 7,22 miliardi di euro in calo del 4,8% (like for like), ma con una ripresa del business in Cina (+6,4%). In controtendenza l’e-commerce (+52,6%) e i marchi veduti in farmacia

di Marika Gervasio

2' di lettura

L’impatto del coronavirus comincia a farsi sentire sui conti delle aziende. Come il gruppo L’Oréal che chiude il primo trimestre dell’anno con vendite per 7,22 miliardi di euro in calo del 4,8% (like for like), ma con una ripresa del business in Cina (+6,4%) e un importante incremento del 52,6% dell’e-commerce. La divisione Active Cosmetics (Vichy, La Roche-Posay) cresce a doppia cifra.

«In una situazione segnata dalla pandemia la nostra priorità è tutelare la sicurezza dei dipendenti - commenta il presidente e ceo del gruppo Jean-Paul Agon -. Siamo anche impegnati in un piano di misure di solidarietà per i nostri partner e consumatori e di supporto alle strutture sanitarie».

Loading...

Le performance delle diverse divisioni del gruppo sono state altalenanti. L’impatto negativo maggiore è arrivato per i segmenti lusso e prodotti professionali a causa della chiusura delle profumerie, dei department store e dei saloni professionali in molti Paesi. La fascia mass market dei prodotti ha registrato un leggero declino principalmente perché l’attività relativa a questa fascia di mercato è continuata. Trend più che positivo, invece, per la divisione Active Cosmetics che cresce a doppia cifra grazie al fatto che le farmacie sono sempre rimaste aperte e ai marchi in portafoglio che hanno saputo rispondere all’aumentata richiesta di prodotti relativi alla salute.

Quanto alle aree geografiche, tutte sono state progressivamente colpite dalla crisi e dalle misure di lockdown e di chiusura del retail: a cominciare da gennaio con la Cina - adesso in ripresa - fino all’Europa, soprattutto occidentale, da inizio marzo, e al Nord America dalla fine del mese scorso. Ripercussioni pesanti anche sul travel retail.

Driver del gruppo l’e-commerce che sale del 52,6% e che rappresenta il 20% delle vendite totali del gruppo.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti