DATI NIELSEN DAL 24 FEBBRAIO AL 1 MARZO 

Effetto Coronavirus: vendite parafarmaci su del 148%, boom alcol (+347%)

Indagine Nielsen: le vendite di farina sono cresciute dell’82%. Nel complesso quelle della grande distribuzione organizzata (Gdo) hanno registrato un trend a doppia cifra, rispetto alla stessa settimana del 2019: +12,2% a valore a parità di negozi

di Andrea Carli e Andrea Gagliardi

Emergenza Coronavirus: balzo delle vendite di parafarmaci nella grande distribuzione (foto Ansa)

3' di lettura

Emergenza Coronavirus: balzo delle vendite di parafarmaci. Nella settimana tra lunedì 24 febbraio e domenica 1° marzo - mette in evidenza un’indagine Nielsen, una società di misurazione e analisi dati sull’andamento dei consumi - è stato registrato un aumento delle vendite delle categorie del Cura Casa (+24,9%), trainate in particolare dal segmento Commodities (alcol denaturato: +347%, candeggina +87,8%); ma anche del Cura Persona (+19,6%), in particolare il parafarmaceutico (+148%), la carta igienica (+22,7%, preponderante però in termini di fatturato), le salviettine umidificate (+260,3%), i fazzolettini di carta (+31,7%). Da segnalare anche la crescita di sapone per le mani, liquido e solido, con un trend del +83,5% e i saponi intimi con un +35,1%.

In una settimana le vendite di farina sono cresciute dell’82%
Balzo delle vendite anche per il comparto alimentare, con aumento a doppia cifra di alcune categorie dalla drogheria alimentare a lunga conservazione, quali riso (+61%), pasta (+56,7%), conserve animali (+49,2%) e conserve rosse (+48,7%). In termini di valore, è la pasta a generare il fatturato maggiore. In aggiunta, nel comparto degli ingredienti base (+48,2%) spicca la farina (+82%, 6mila tonnellate in più rispetto alla stessa settimana dell’anno scorso) e nel comparto surgelati (+24,1%) spiccano i panati pesce (+33,7%) e i vegetali (+22,1%). Anche l’acqua in bottiglia registra una forte crescita, +19,3%.

Loading...

In generale, le vendite della grande distribuzione organizzata (Gdo) continuano la crescita, ora con trend a doppia cifra, rispetto alla stessa settimana del 2019: +12,2% a valore a parità di negozi.

Vendite trainate dal Sud Italia
Se la settimana precedente era il Nord Ovest a trainare la crescita, durante la prima settimana di marzo, che si è conclusa domenica 1 marzo, è il Sud Italia a registrare gli incrementi più alti su base tendenziale: +15,8%. Seguono Centro e il Nord Est, con un +12,8% entrambi, e il Nord Ovest, in trend sempre molto positivo (+9,9%) ma, a questo giro, sotto la media nazionale.

In prima fila discount
A livello di format distributivi, la crescita è omogenea. Il trend maggiore si registra nei discount (+17,8%), seguiti subito dagli specialisti Drug (+17,5%). Anche i supermercati crescono a doppia cifra (+14,6%), così come i liberi servizi (+10,8%). In lieve frenata gli ipermercati, che registrano una performance positiva ma sotto-media (+7,1%), anche come conseguenza della chiusura di alcuni punti vendita nei centri commerciali.

Il 27 gennaio forte crescita vendite prodotti per igiene mani in farmacia Da un’indagine elaborata da Iqvia (provider globale di dati in ambito sanitario, farmaceutico, tecnologie innovative, consulenza e servizi di ricerca clinica) nella quale è stato monitorato l’andamento delle vendite nelle farmacie di mascherine e prodotti igienizzanti per le mani in un arco temporale che va dal 4 novembre 2019 al 17 febbraio scorso, viene fuori che per quanto riguarda le mascherine il picco delle richieste è stato registrato il 20 gennaio (+325%). Da quel giorno fino al 3 febbraio le domande sono diminuite in maniera considerevole, per poi invertire la tendenza. Un andamento abbastanza simile ha caratterizzato i prodotti per l’igiene delle mani: il 27 gennaio la domanda è cresciuta del 327%, quindi anche in questo caso una flessione e una leggera ripresa (+194% il 17 febbraio). Se dalle vendite si passa all’esame del fatturato prodotto, al 17 febbraio tra mascherine e prodotti per l’igiene delle mani è stato pari a un milione e mezzo di euro (+177% rispetto alla settimana precedente).

Per approfondire:
Così il Coronavirus ha cambiato il carrello della spesa degli italiani
La mappa dei contagi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti