EICMA 2019

Benelli Leoncino 800, la nuda mette i muscoli

di Gianluigi Guiotto


default onloading pic
La nuova Benelli Leoncino 800

1' di lettura

All’Eicma Benelli alle versioni con motori di 250 cc e 500 cc ne affianca una nuova, che monta un motore di cilindrata maggiore: la Leoncino 800. Cuore pulsante della Leoncino 800 è, infatti, il bicilindrico quattro tempi di 754 cc, raffreddato a liquido, che offre una potenza di 81,6 cv a 9mila giri e una coppia di 67 Nm a 6500 giri; frizione con asservimento di coppia e funzione antisaltellamento in bagno d'olio e cambio a 6 velocità completano la dotazione. La ciclistica vede un nuovo telaio a traliccio tubolare con piastre in acciaio, una forcella Marzocchi up-side down con steli di 50 mm regolabile in estensione, compressione e precarico molla, un forcellone oscillante con mono centrale regolabile nel precarico molla e freno idraulico in estensione.

L’impianto frenante è by Brembo (doppio disco anteriore semiflottante di 320 mm con pinza monoblocco radiale a quattro pistoncini, e disco posteriore di 260 mm). I cerchi sono da 17” a raggi, tubless, in lega di alluminio. La strumentazione è costituita da un display Tft. Oltre alla versione base, Benelli ha presentato anche la Leoncino 800 Trail, la versione tuttoterreno che si differenzia principalmente per le gomme tassellate, il cerchio da 19 pollici all'anteriore, la posizione dello scarico e le sospensioni irrobustite: forcella Marzocchi con 10 mm in più di escursione, così come il mono centrale che porta la seduta dagli 800 mm della stradale a 818 mm. Le due Leoncino 800 saranno disponibili da giugno del 2020.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...