Grandi eventi

Eicma 2021 al via: ecco cosa ci attende tra moto e scooter

Apre martedì 23 novembre, con la giornata dedicata alla stampa, la 78esima Esposizione internazionale delle due ruote di Milano, organizzata nei padiglioni della Fiera di Rho-Pero. Ecco come accedere e cosa attendersi

di Gianluigi Guiotto

2' di lettura

Si aprirà martedì 23 novembre, con la giornata dedicata alla stampa e da giovedì con l'apertura al pubblico, il sipario sulla 78esima Esposizione internazionale delle due ruote di Milano, organizzata nei padiglioni della Fiera di Rho-Pero. Dopo lo stop forzato causa Covid-19 dello scorso anno, torna una manifestazione che in genere attira centinaia di migliaia di appassionati tra i padiglioni della fiera. Ecco quel che c'è da sapere prima di arrivare in fiera.

Biglietti sono on line

Per garantire la massima sicurezza gli organizzatori hanno deciso di vendere solo on line, attraverso il sito eicma.it, i biglietti d'ingresso alla manifestazione (intero a 19 euro, più 1,50 di spese fisse di gestione). Al momento dell'acquisto bisognerà anche indicare il giorno in cui si farà visita al salone. Ovviamente si entra con mascherina, greenpass valido oppure tampone negativo (molecolare o rapido) non anteriore alle 48 ore (all'esterno della fiera ci saranno postazioni dove effettuare il test a pagamento, ma il consiglio è premunirsi per evitare code). Gli orari per il pubblico sono (quasi) gli stessi delle altre edizioni: dalle 9.30 alle 18.30; non ci sarà il consueto venerdì sera di apertura fino alle 22 con l'ingresso gratuito per le donne. Ma è confermato il parcheggio gratuito per chi andrà in moto alla fiera (ingresso porta Ovest). Cinque sono i padiglioni che ospiteranno gli oltre 820 espositori: 13, 15, 18, 22 e 23.

Loading...

Le novità attese

Impossibile condensare in poche righe quello che offrirà Eicma 2021. Possiamo suggerire qualche ipotesi sulla possibile regina della manifestazione. Considerando l'assenza di Ducati, Bmw, Ktm e Husqvarna, il titolo sarà conteso tra le altre case italiane (Aprilia, Moto Guzzi, MV Agusta e, anche se di proprietà cinese, Benelli) e le quattro giapponesi (Honda, Yamaha, Suzuki, Kawasaki), con Triumph che potrebbe dare la zampata finale. Certamente, ferve l'attesa per la Moto Guzzi V100 Mandello, il modello del centenario della Casa di Mandello. Ma c'è molta curiosità anche per la Honda Nt1100, per l'Aprilia Tuareg 660, per le Triumph Tiger 660 e 1200, per la Yamaha Mt10, per la MV Agusta F3 Rr, e per la Benelli Trk 800, sorella maggiore della Trk 502, regina delle vendite nel 2021.

L'area esterna

MotoLive, giunta alla sua 16esima edizione, ospiterà all'esterno dei padiglioni molte competizioni (tra cui la finale degli Internazionali d'Italia Supercross), cui si potrà assistere gratuitamente, e test ride organizzati da alcune case espositrici. Tanto anche lo spettacolo atteso: Freestyle Motocross, Trial Acrobatico e Buggy backflip faranno trattenere il respiro agli spettatori. E giovedì 25 novembre, MotoLive accoglierà “One More Lap”, l'evento organizzato da Yamaha per omaggiare la carriera di Valentino Rossi e ripercorrere insieme al campione i momenti cruciali, ma anche gli aneddoti e le curiosità legate a ben 16 anni di gare.

Spazio alle eBike

Quest'anno Eicma dedica alle bici a pedalata assistita un'area speciale indoor di oltre 2mila metri quadrati, nel padiglione 24. Al suo interno si troverà una pista chiusa lunga più di 250 metri e progettata per offrire la possibilità di provare i vantaggi offerti dalle eBike. L'Area eBike sorgerà al padiglione 24. L'accesso alla pista di test sarà riservato ai soli maggiorenni e sarà percorribile senza dover obbligatoriamente affrontare gli ostacoli, caratteristica che la rende adatta anche all'utilizzo di qualsiasi bicicletta elettrica.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti