Economia e finanza

Elena Mirò torna alla Milano fashion week con una capsule firmata Dell’Acqua

Obiettivo: rinforzare il messaggio fashion del marchio. Dall’autunno inverno 2021 collezioni super inclusive, dalla taglia 42 alla 58. Il brand director Assecondi: «Vogliamo dare alle clienti quello che amano, indipendentemente dalla fisicità».

di Marta Casadei

default onloading pic
(Photo: Piotr Niepsuj)

Obiettivo: rinforzare il messaggio fashion del marchio. Dall’autunno inverno 2021 collezioni super inclusive, dalla taglia 42 alla 58. Il brand director Assecondi: «Vogliamo dare alle clienti quello che amano, indipendentemente dalla fisicità».


2' di lettura

«Come passo nel percorso di trasformazione intrapreso negli ultimi 18 mesi siamo pronti a tornare su uno dei palcoscenici fashion più importanti al mondo, Milano moda donna. Lo faremo presentando una partnership inedita: una collezione sviluppata con Alessandro Dell’Acqua». È un inizio di 2021 ricco di novità e cambiamenti quello descritto da Fabio Assecondi, brand director del marchio Elena Mirò del gruppo piemontese Miroglio, marchio nato nel 1983 con l’intento di vestire in modo fashion le donne dalla fisicità curvy.

Nel 2021 ci sarà un cambio di passo definitivo, già anticipato qualche mese fa: le collezioni Elena Mirò vestiranno indistintamente tutte le donne, che abbiano la 42 o la 58 (con sviluppi modellistici ad hoc a seconda delle misure). «Vogliamo riprendere il nostro spazio nel segmento premium del pret-à-porter, rafforzando il nostro messaggio “fashion” e la nostra proposta chic e timeless, da sempre caratterizzata da garbo e raffinatezza», dice Assecondi.

Loading...

In questo contesto si inserisce Alessandro Dell’Acqua X Elena Mirò, una capsule collection di 40-45 capi che debutterà in calendario alla Milano Fashion week di febbraio, con un nuovo logo che diventerà “operativo” su tutta la collezione nella seconda metà dell’anno.

Una collezione ispirata a femminilità e seduzione: «Per me è importante partire da un concetto di bellezza self confident con l'intenzione di comunicare un'identità ben precisa, caratterizzata da una forte personalità. Femminilità e seduzione sono gli elementi alla base della mia personale interpretazione», ha detto Alessandro Dell’Acqua, fondatore e direttore creativo di N°21.

L’idea del brand è quella di «vestire donne reali, che comprano un prodotto perché a loro piace, indipendentemente dalla fisicità», continua Assecondi. Che racconta come l’anno della pandemia, nel suo essere stato un momento negativo, abbia comunque rappresentato un’occasione per il marchio: «Manteniamo un importante presenza retail e abbiamo portato avanti il restyling di alcuni negozi: la situazione è difficile, ma vogliamo continuare a investire per ripartire insieme alle nostre clienti - continua il brand manager -. Il lockdown ci ha obbligato a sperimentare nuove soluzioni di vendita che ci sembravano lontane o difficili da implementare, una formula omnichannel vera, tra negozi fisici, store online e whatsapp».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti