Biciclette, la guida per utilizzare i 500 euro dell’incentivo

3/8Bike

Elettrica o normale?

default onloading pic
(crimson - stock.adobe.com)

La prima cosa da chiedersi è se vogliamo un mezzo a pedalata assistita o una bici normale a propulsione esclusivamente “muscolare”. La differenza è abissale. Seppur con velocità limitata a 25 Km/h, il motore delle bici a pedalata assistita permette di pedalare facendo meno fatica: in questo modo possono diventare un valido alleato per persone che non hanno mai usato una bici tradizionale, oppure non vogliono usarla perché considerata “troppo faticosa”. Grazie alla propulsione elettrica, che supporta la pedalata sostenendola e amplificando la spinta dei pedali (che in alcuni modelli può arrivare fino al 300%), le bici con motore elettrico sono capaci di far percorrere molti chilometri e per questo sono ideali per chi quotidianamente si sposta per lavoro. Perfette soprattutto su territori collinari e montani, con una e-bike nessuna salita sarà impossibile e gli spostamenti, anche fuori città, risulteranno più agili. Insomma, se non siete avvezzi alla fatica e volete godervi il lato piacevole del ciclismo, la bici elettrica fa per voi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti