retail

Elettronica, Unieuro supera Mediaworld

di Enrico Netti


default onloading pic

2' di lettura

Unieuro supera Mediaworld e diventa il nuovo leader del retail dell’elettronica di consumo in Italia con un giro d’affari di 2,1 miliardi. È quanto emerge dai dati preliminari del periodo 2018/2019 che segnano un +12,3% sull’esercizio precedente. La crescita è avvenuta sia per linee esterne che interne anche grazie all’andamento favorevole dell’ultimo trimestre 2018 caratterizzato dal Black friday e un dicembre particolarmente positivo. Crescita a due cifre anche per l’online, anche con la controllata Monclick, i cui ricavi si avvicinano ad una quota del 12 per cento. In sviluppo anche il canale indiretto con il modello di «shop-in-shop» per presidiare la Gdo grazie ad un accordo con Finiper di Marco Brunelli. Unieuro è inoltre la principale catena del settore per numero di punti vendita e reddittività.

Il trend dei ricavi a perimetro omogeneo (like for like) segna un +4,9% ma escludendo i punti vendita limitrofi ai nuovi store la crescita è sfiora il +7%. «L’8 maggio approveremo i risultati definitivi e stiamo lavorando per rafforzare la leadership appena conquistata - spiega Giancarlo Nicosanti Monterastelli, ad della società -. La capillarità sul territorio è un pilastro strategico con cui potremo concretizzare al meglio la nostra strategia omnicanale, che fa leva sui punti vendita come indispensabile punto di contatto con il cliente».

Negli ultimi mesi Unieuro ha allargato il perimetro con una serie di acquisizioni tra cui la siciliana Pistone con una dozzina di negozi e un fatturato incrementale di circ a 140 milioni. La superficie di vendita complessiva della catena a livello nazionale supera i 370mila metri quadri. Secondo i piani di Nicosanti Monterastelli l’obiettivo di medio periodo è di avere nell’isola almeno una ventina di punti vendita.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti