Europee, la mappa del voto: reggono gli europeisti, i populisti non sfondano

6/10Europa

Elezioni Europee 2019 / Olanda: vincono i laburisti di Timmermans, reggono i conservatori, Wilders annientato. In Belgio avanza l'ultradestra fiamminga


default onloading pic
(EPA)

In Olanda i laburisti del PvdA di Frans Timmermans ottengono il 18,10%, seguiti dai liberal-conservatori (VVD) del premier Mark Rutte al 15%, mentre i Cristiano democratici (CDA) sono al 12,3%. Il partito populista di destra Forum voor Democratie (FvD) dell'esordiente Thierry Baudet è all'11%, il Pvv di Geert Wilders, alleato della Lega di Matteo Salvini, non raggiunge la soglia del 3,85% restando senza seggio all'Eurocamera.In Belgio l'estrema destra fiamminga avanza: il Vlaams Belang diventa il secondo partito (con il 12,1%) davanti al fiammingo N-VA (14,2%), e guadagna 7 punti rispetto al 2014. Scendono socialisti (9,7%) e cristiano-democratici (9,1%), mentre salgono i verdi di Groen (7,3%) ed Ecolo (7,1%).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...