ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùautomotive

Elkann: «Non temo Gm, falsità su Marchionne. Avanti con Psa»

«Personalmente mi dispiace che si muovano false accuse contro una persona che ha fatto tanto come Sergio Marchionne che non è qui per difendersi», ha aggiunto Elkann

di Flavia Carletti


default onloading pic
(AFP)

2' di lettura

«Noi consideriamo che questa sia una causa che verrà trattata nei luoghi adeguati. È priva di fondamento e come tale non ci preoccupa». Lo ha detto il presidente di Fca, John Elkann, in una conferenza stampa sulla presentazione delle strategie di Exor. «Personalmente mi dispiace che si muovano false accuse contro una persona che ha fatto tanto come Sergio Marchionne che non è qui per difendersi», ha aggiunto Elkann.

Memorandum con Psa entro fine anno
«Da qui alla fine dell’anno avremo un Memorandum of understanding» con Psa per la fusione con Fca ha aggiunto Elkann. Nella nuova società, con la famiglia Peugeot «daremo il massimo di stabilità e incoraggiamento» con la convinzione «che queste società (Fca e Psa) insieme possano realizzare il loro potenziale», ha aggiunto.

Elkann, fusione Fca-Psa rafforza entrambe le società
«Psa è una operazione che rafforza l’uno e l’altro». Il consolidamento del settore auto «è un tema di cui abbiamo discusso in questi 10 e creazione di Fca (con la fusione di Fiat e Chrysler) dimostra che queste operazioni sono benefiche», ha aggiunto Elkann. E non ha escluso la possibilità di siglare con la famiglia Peugeot un patto di consultazione su modello di quello fatto con la famiglia Ferrari nell’azionariato della Casa di Maranello: «Vogliamo garantire stabilità ma non abbiamo ancora stabilito le modalità».

Elkann, tra 10 anni saremo ancora impegnati nel settore auto
«Siamo sempre stati impegnati nel settore auto e tra 10 anni lo saremo ancora, non vedo perché dovrebbe cambiare», ha proseguito.

Per Exor 2 miliardi di risorse entro 2022 per acquisizioni
Exor conta di raggiungere «2 miliardi di liquidità entro il 2022» e queste «risorse saranno destinate ad acquisizioni». Lo ha detto il presidente di Exor aggiungendo: «Dividendi straordinari non li contempliamo, noi di solito contempliamo il riacquisto di azioni proprie ma per ora non lo faremo».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...