MERCATO E INDUSTRIA

Emergenza Coronavirus: in Europa una perdita stimata di quasi 2,3 miliardi di euro

Ingenti le ricadute del Coronavirus in ambito automotive, dove l'agenzia Onu ha stimato una perdita di quasi 2,3 miliardi di euro solo sul mercato europeo.

default onloading pic

Ingenti le ricadute del Coronavirus in ambito automotive, dove l'agenzia Onu ha stimato una perdita di quasi 2,3 miliardi di euro solo sul mercato europeo.


1' di lettura

La divisione commercio internazionale dell'agenzia Onu per commercio, sviluppo, finanza, tecnologia, imprenditoria e sviluppo sostenibile Unctad ha redatto uno studio nel quale stima in 2,25 miliardi di euro l'impatto economico sul settore Automotive dell'epidemia di Coronavirus in Europa dovuto al calo delle esportazioni a causa della carenza di componentistica prodotta in Cina.

La cifra rappresenta una stima prudenziale, che potrebbe essere anche superiore a causa dell'effetto catena sull'economia globale, portando a oltre 50 miliardi di dollari di perdite in tutto il mondo. «Un'eventuale ripresa graduale della produzione industriale cinese compenserà le perdite di febbraio. Se la produzione rimarrà bassa i numeri peggioreranno e la situazione della catena del valore globale si deteriorerà ancora di più» ha dichiarato Alessandro Nicita, economista dell'Unctad.

Tra i vari paesi coinvolti a pagarne le conseguenze peggiori è l'Unione europea con quasi 15,6 miliardi di dollari di esportazioni in meno. Seguita da Stati Uniti (-5,8 mld), Giappone (-5,2), Corea del Sud (-3,8), Taiwan (-2,7) e Vietnam (-2,3). L'Automotive è il terzo settore più colpito dopo gli strumenti di precisione e i macchinari; il comparto europeo quello che ne sta pagando le maggiori conseguenze: i 2,5 miliardi di dollari di perdite della sola UE fanno il paio con i 974 milioni di danni calcolati per il Giappone, gli 845 degli USA e i 669 del Regno Unito, seguiti da Corea (578), Messico (493 milioni), Canada (176), Taiwan (147), Turchia (107) e Brasile, Russia ed India che hanno grandi produzioni automobilistiche ma accusano perdite inferiori ai 100 milioni di dollari.

PS: articolo corretto in data 11/03/2020

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti