ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùUtility

Enel corre in Borsa, il mercato promuove la mossa su fotovoltaico in Usa

Balzo di oltre il 28% rispetto ai minimi di metà ottobre, quando il titolo era sceso sotto la soglia psicologica dei 4 euro

di Enrico Miele

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Arriva il disco verde del mercato sulla mossa del fotovoltaico Enel negli Stati Uniti, dove il gruppo costruirà un maxi impianto di produzione di celle e moduli per i pannelli. La decisione si riflette sul titolo che è arrivato a guadagnare oltre un punto, portandosi tra le migliori del FTSE MIB. Si tratta di un balzo di oltre il 28% rispetto ai minimi di metà ottobre, quando il titolo era sceso sotto la soglia psicologica dei 4 euro ad azione (il valore più basso da febbraio 2017) per poi iniziare la rapida risalita.

Gli acquisti arrivano all’indomani della notizia che Enel North America, attraverso 3Sun Usa, intende costruire uno dei più grandi impianti di produzione di celle e moduli fotovoltaici bifacciali ad elevate prestazioni negli Stati Uniti, che inizialmente dovrebbe produrre almeno 3 GW e aumentare fino a 6 GW all'anno. L'impianto proposto sarà tra i primi negli Stati Uniti a produrre moduli e celle fotovoltaiche, gli elementi chiave che compongono i pannelli solari e si prevede che la struttura creerà fino a 1.500 nuovi posti di lavoro nel settore dell'energia green. La costruzione della fabbrica dovrebbe iniziare nella prima metà del 2023 e il primo pannello sarà disponibile sul mercato entro la fine del 2024.

Loading...

«L’investimento sarebbe fatto in ragione della forte crescita attesa in Usa e dell’indisponibilità di fabbriche locali. L’introduzione delle recenti normative che vietano l’importazione di pannelli dalla Cina favorisce inoltre l’installazione di impianti per un mercato local for local» ragionando gli analisti di Equita. Enel, quindi, «si prepara a esportare l’esperienza della fabbrica di pannelli bifacciali 3Sun di Catania negli Stati Uniti» spiegano da Intermonte, ricordando l’investimento del gruppo in Sicilia, dove «grazie anche ai fondi del Pnrr, Enel sta investendo per ampliare la capacità della fabbrica di Catania da 200 MW a 3 GW». E nell’attesa, il mercato sta premiando il titolo della società energetica italiana.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti