AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùenergia

Enel spicca in Borsa dopo piano industriale, target sopra attese

Presentato il nuovo piano industriale, il titolo è tra i migliori a Piazza Affari. Banca Akros conferma il giudizio buy

di Eleonora Micheli

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Presentato il nuovo piano industriale, il titolo è tra i migliori a Piazza Affari. Banca Akros conferma il giudizio buy


2' di lettura

Enel in rialzo a Piazza Affari nel giorno in cui la società ha presentato il Piano strategico 2021-2023 e la Vision al 2030: i titoli segnano una delle performance migliori del listino milanese. La compagnia elettrica ha svelato il Piano strategico 2021-2023 che prevede di investire direttamente circa 40 miliardi di euro, di cui circa 38 tramite il modello di business di Ownership, e circa 2 miliardi tramite il modello di business di Stewardship, mobilitando al contempo 8 miliardi provenienti da terzi.

Politica dei dividendi "semplice, prevedibile, interessante"

A livello di gruppo, l’Ebitda ordinario è visto fra 20,7 e 21,3 miliardi nel 2023, con un crescita media annua (Cagr) del 5%-6% e un utile netto ordinario fra i 6,5 e i 6,7 miliardi nel 2023, con un Cagr tra l’8% e il 10%. La società, per il periodo, ha annunciato una politica dei dividendi «semplice, prevedibile e interessante». Gli azionisti riceveranno un dividendo per azione fisso, garantito e crescente nei prossimi tre anni, con un obiettivo di 0,43 euro/azione al 2023, che si traduce in un Cagr del 7% circa.

Loading...

Ebitda visto in crescita del 5%-6% fino al 2030

Quanto alla visione di lungo periodo, fino al 2030, Enel «mette al centro della propria strategia l’accelerazione della transizione energetica assieme a una crescita sostenibile e remunerativa per creare un significativo valore condiviso per tutti gli stakeholder, oltre che un interessante rendimento per gli azionisti nel tempo».

La crescita attesa dell’Ebitda ordinario si attesta al 5%-6% in termini di tasso di crescita annuo composto (Cagr), a fronte di un previsto incremento dell’utile netto ordinario del 6%-7% tra il 2020 e il 2030. Il gruppo prevede di mobilitare investimenti per 190 miliardi nel periodo 2021-2030, promuovendo la decarbonizzazione, l’elettrificazione dei consumi e le piattaforme per creare valore condiviso e sostenibile per tutti gli stakeholder e redditività di medio e lungo periodo.

Banca Akros conferma il "buy"

La compagnia stima di investire direttamente circa 160 miliardi mobilitando ulteriori 30 miliardi di euro circa provenienti da terzi. Quasi la metà saranno dedicati alla Global Power Generation, con un totale di 70 miliardi di euro destinati alle Rinnovabili, circa il 46% si prevede che siano dedicati al business Infrastrutture e Reti e i restanti investimenti saranno dedicati al business Clienti.

Gli analisti di Banca Akros hanno reiterato la raccomandazione di ‘Buy’ sulle azioni di Enel, individuando un target di prezzo a 9 euro. «I nuovi obiettivi sono leggermente sopra alle nostre attese», hanno commentato gli esperti.

(Il Sole 24 ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti